Il riconteggio delle schede boccia Cota

Redazione
15/10/2010

Il rinconteggio dei voti in Piemonte potrebbe togliere a Roberto Cota, attuale governatore per la Lega Nord della regione, il...

Il riconteggio delle schede boccia Cota

Il rinconteggio dei voti in Piemonte potrebbe togliere a Roberto Cota, attuale governatore per la Lega Nord della regione, il mandato conquistato alle elezioni del marzo scorso. Circa 12 mila de 15179 voti conquistati dalle liste Consumatori e Al centro con Scanderebech, movimenti politici che sostenevano la candidatura dell’esponente del Carroccio, sarebbero infatti nulli. Il condizionale è d’obbligo poiché il Tar, Tribunale amministrativo regionale, non si è ancora pronunciato in via ufficiale sulla questione.
Contrario a questo risultato si è già detto il leader della Lega Nord Umberto Bossi. «C’è qualcuno», sostiene l’esponente politico, «che vuole annullare dei voti validi. Se vogliono far perdere Cota», ha dichiarato Bossi, «si mette male la democrazia perché chi ha perso, ha perso e basta».
Di parere diverso è Mercedes Bresso, esponente del Pd che ha perso contro Cota. «Se si mette male per qualcuno è per loro», spiega l’esponente politico. «Aver accolto noti taroccatori di liste nella propria coalizione ha comportato dei rischi e ora assistiamo alle conseguenze.
«Era certo che perdessero», ha dichiarato Bresso, «non a caso si erano opposti al riconteggio», che prima di presentare il ricorso al Tar si era assicurata che Roberto Cota la sostenesse, con gli altri governatori regionali, alla presidenza del Comitato europeo delle regioni.