In Cina tutti matti per l’ipnosi

Redazione
21/09/2010

Seicento euro all’ora per farsi ipnotizzare e rimuovere lo stress. È questa l’ultima mania dei colletti bianchi cinesi, secondo quanto...

In Cina tutti matti per l’ipnosi

Seicento euro all’ora per farsi ipnotizzare e rimuovere lo stress. È questa l’ultima mania dei colletti bianchi cinesi, secondo quanto riportato dal “Quotidiano del Popolo”, il principale giornale di Pechino. I principali pazienti di questi trattamenti speciali sono i lavoratori dell’alta borghesia tra i 20 e i 40 anni che cercano un po’ di sollievo dal superlavoro nelle affollate metropoli asiatiche.
La curiosità sull’ipnosi sembra alimentata dal successo del kolossal “Inception”, il film firmato dal regista Christopher Nolan che si sviluppa attorno alla tema del subconscio.

Da moda a business
Con un prodotto interno lordo che nel 2009 è cresciuto dell’8,7%, l’ipnosi sta diventando un vero e proprio business. Anche studiosi e università si stanno interessano a questa tecnica psicoterapeutica e proliferano i corsi, i cui prezzi possono arrivare anche a 800 euro per 3 mesi.
Non è però necessario essere ricchi per potersi concedere qualche minuto di incoscienza e relax. Secondo Xiao Yuhe, specialista taiwanese che segue da vicino il fenomeno cinese, esiste una forma naturale di ipnosi che tutti pratichiamo quotidianamente: è quell’assenza di pensieri che può capitare quando ci si astrae dal reale, magari durante una pausa dal lavoro o mentre si chiacchiera con gli amici. Una buona notizia per tutti gli impiegati stressati che lavorano più di quanto guadagnano.