In gabbia alla luce

Gea Scancarello
26/09/2010

La capsula a novembre riporterà gli uomini in superficie.

In gabbia alla luce

Accompagnata dagli applausi scroscianti della folla, è arrivata nei pressi della miniera di San José (Cile) “Fenice”, la prima delle tre capsule che serviranno a riportare in superficie i 33 lavoratori intrappolati a 700 metri di profondità dal 5 agosto scorso. 
La gabbia sarà calata nel pozzo in via di scavo e gli uomini saliranno al suo interno uno alla volta, per poi essere delicatamente riportati in superficie. Prima di quest’operazione, programmata per i primi giorni di novembre, un medico e un infermiere verranno fatti scendere per preparare i minatori alla risalita.
Le capsule di salvataggio, costruite dai cantieri navali della Marina militare cilena, sono realizzate in metallo e dipinte con i colori della bandiera nazionale bianco, russo e blu; hanno un peso di 460 chili per 4 metri di altezza e 53 centimetri di diametro.