A Tenerife rogo record ancora attivo dopo due mesi

Redazione
10/10/2023

Nell'isola delle Canarie non si spengono gli incendi e nella giornata del 10 ottobre le fiamme hanno ripreso a intensificarsi. La situazione è senza precedenti: evacuati temporaneamente 3.200 residenti, 110 persone restano sfollate.

A Tenerife rogo record ancora attivo dopo due mesi

Tornano a divampare gli incendi nell’arcipelago spagnolo delle Canarie, in particolare nella zona settentrionale di Tenerife. La situazione ha portato le autorità locali ad attivare un protocollo d’emergenza per chiedere l’intervento delle istituzioni regionali e dello Stato centrale, impiegando sul posto i membri dell’Unità militare d’emergenza (Ume). Nel mentre, la zona è alle prese con un’ondata di caldo anomalo. In conferenza, l’assessore alle Politiche territoriali delle Canarie, Manuel Miranda, ha dichiarato che la situazione del rogo è molto complessa e mai vista prima nella zona. L’assessore ha detto che la criticità maggiore risiede nel fatto che le fiamme possono rimanere attive nel sottosuolo anche dopo esser state controllate in superficie, e quindi ricomparire in altri punti. Perciò è stato necessario evacuare temporaneamente circa 3.200 residenti in zona. Attualmente circa 110 persone restano sfollate.