Incendi in Sicilia, decine di roghi nella notte: a Villafranca scuole chiuse

Redazione
20/10/2023

Le temperature calde e il vento di scirocco hanno riportato l'allarme nell'isola. La situazione più critica nelle province di Messina, Caltanissetta e Palermo. Chiuse le autostrade A20 tra Milazzo e Villafranca, e la A19 allo svincolo Trabia. La Regione ha dichiarato lo stato di crisi ed emergenza.

Incendi in Sicilia, decine di roghi nella notte: a Villafranca scuole chiuse

Le temperature calde e il vento di scirocco che stanno interessando la Sicilia in questi giorni hanno causato decine di incendi, coinvolgendo vaste aree provinciali. Le squadre dei vigili del fuoco, insieme al personale della forestale e ai volontari della protezione civile, sono attivamente impegnate nell’azione di soccorso, mentre decine di ettari di macchia mediterranea sono andati distrutti.

La situazione più critica a Villafranca Tirrena: chiuse scuole e strutture sociali

La situazione più critica si riscontra nella provincia di Messina, dove i vigili del fuoco sono impegnati nelle zone di Villafranca Tirrena, Calvaruso, Serro, Saponara, Capo d’Orlando e San Pietro Patti. A Villafranca, sin dalla notte di giovedì 19 ottobre, le fiamme hanno causato danni considerevoli, causando preoccupazione tra la popolazione. Il vasto incendio, che dura da oltre 10 ore, ha portato alla chiusura da entrambe le direzioni dell‘autostrada A20, tra Milazzo e Villafranca Tirrena. Il sindaco di Villafranca Tirrena, Giuseppe Cavallaro, ha deciso di chiudere scuole, asili e strutture sociali per l’intera giornata a causa della gravità della situazione.

Coinvolte anche le province di Caltanissetta, Palermo e l’Agrigentino 

Nella provincia di Caltanissetta la situazione è altrettanto grave, con incendi che hanno colpito contrada Diga Comunelli a Butera, mandando in fumo ettari di macchia mediterranea. Anche altre contrade, come Pietro Leone, piana dei Meloni a Caltanissetta, Valle D’Ambra a Gela, Serra Scarcella a Sutera e Diga Disueri a Mazzarino, sono state interessate da incendi. Le fiamme hanno coinvolto anche la provincia di Palermo, con focolai ad Alia, Caccamo, Monreale e Godrano. Anas fa sapere che anche l’A19 è chiusa allo svincolo Trabia direzione Catania e, probabilmente, verrà chiusa la corsia in direzione Palermo. La situazione più critica si registra a Termini Imerese e comuni come Trabia, Cefalù, Lascari e Campofelice di Roccella hanno deciso di chiudere le scuole. Gli incendi hanno interessato anche l’Agrigentino, con focolai a Calamonaci e Naro, e la contrada Santa Lucia ad Agrigento. Decine di ettari di macchia mediterranea sono andati distrutti.

La Regione ha dichiarato lo stato di crisi ed emergenza

«La costante attenzione alla questione degli incendi, ha portato oggi la giunta regionale a dichiarare lo stato di crisi ed emergenza per il grave rischio incendi dovuto alle eccezionali situazioni meteo-climatiche previste per i prossimi giorni anche a seguito delle raccomandazioni dell’unità di crisi del dipartimento di Protezione civile nazionale». Così il presidente della Regione siciliana, Renato Schifani, nel suo intervento all’Assemblea regionale mercoledì 18 ottobre.