Incidente al Mugello, morto Salvatore Pisanelli: era un militare presso la Capitaneria di Olbia

Alberto Muraro
23/06/2023

La vittima aveva 53 anni e ha perso la vita nel corso di una giornata di prove libere per privati.

Incidente al Mugello, morto Salvatore Pisanelli: era un militare presso la Capitaneria di Olbia

Addio a Salvatore Pisanelli, un motociclistica 53enne originario di Taranto che nelle scorse ore ha perso la vita in un tragico incidente avvenuto sul circuito del Mugello, in Toscana.

Morto Salvatore Pisanelli sul circuito del Mugello: la dinamica dell’incidente

Il circuito toscano, a volte, è a disposizione per alcuni piloti privati che si vogliono cimentare in una corsa a tutta velocità su una delle piste di moto più iconiche al mondo. Anche Salvatore Pisanelli ha voluto provare l’ebbrezza di correre in un luogo così celebre, ma purtroppo la sua corsa a bordo della sua Kawasaki è finita nel peggiore dei modi possibili.

Durante una sessione di prova in sella alla sua moto l’uomo avrebbe perso il controllo del mezzo su due ruote, cadendo in maniera molto violenta a terra. Nel giro di pochissimi secondi il team di sanitari presente sul posto che ha assistito alla scena è accorso per soccorrere Pisanelli, le cui condizioni sono però apparse fin da subito molto gravi.

In base a quanto riportato da La Nazione, sembra che in zona fosse già disponibile un elicottero del Pronto Soccorso che avrebbe portato il ferito al più vicino ospedale, quello di Firenze Careggi. Tuttavia, nel giro di poco il 118 si è reso conto che per la vittima dell’incidente non ci sarebbe stato nulla da fare: l’uomo è infatti morto sul posto poco dopo essere caduto dalla moto.

Sgomento a Olbia per la morte di Pisanelli

Olbia, la città dove l’uomo viveva e lavorava, è in queste ore sotto shock. Pisanelli era infatti piuttosto conosciuto in città, avendo lavorato a lungo presso la Capitaneria di Olbia in veste di militare. L’uomo lascia una moglie e due figli, che con lui vivevano a Golfo Aranci.

Numerosi in queste ore i messaggi di affetto e cordoglio da parte dei colleghi, che lo ricordano come una persona dal cuore grande, generosa ed affettuosa.