Incidente tra treni a Faenza, il Frecciarossa ha colpito in retromarcia il regionale

Redazione
11/12/2023

La procura di Ravenna ha aperto un'inchiesta per disastro ferroviario per lo scontro avvenuto sulla linea Rimini-Bologna. Entrambi i convogli erano fermi a un semaforo rosso quando il Rock 1742 è stato tamponato dal convoglio dell'Alta Velocità.

Incidente tra treni a Faenza, il Frecciarossa ha colpito in retromarcia il regionale

La procura di Ravenna ha aperto un fascicolo per disastro ferroviario a seguito dell’incidente avvenuto la sera di domenica 10 dicembre sulla linea Rimini-Bologna, all’altezza di Faenza, dove un treno Frecciarossa proveniente da Lecce e diretto a Venezia Santa Lucia ha tamponato in retromarcia un regionale Rock. L’incidente ha provocato 17 feriti.

La linea Bologna-Rimini è utilizzata in «maniera promiscua» da regionali e treni dell’Av

Per la procura ogni ipotesi circa le cause dell’incidente è prematura. Secondo le prime ricostruzioni, riportate dal Corriere della Sera di Bologna, il treno regionale 1742 diretto da Rimini a Bologna era fermo davanti a un semaforo rosso, mentre il Frecciarossa 8828 che marciava nella stessa direzione era fermo poco più avanti oltre il semaforo. Il treno dell’Alta Velocità per riallinearsi dietro il segnale di stop ha fatto una manovra di retromarcia, finendo per tamponare il regionale fermo poco più indietro. La presenza sugli stessi binari di queste due tipologie di treni avviene quotidianamente, in quanto non esiste ancora una corsia preferenziale per i treni dell’Alta Velocità che necessitano di binari con tecnologie apposite. Per questo motivo la linea ferroviaria Bologna–Rimini, spiega il Corriere, è utilizzata «in maniera promiscua» dai treni ad alta velocità, dagli Intercity e dai regionali. Ovviamente, su queste corsie i treni dell’Av riducono la loro velocità.