Indagati a Roma Berlusconi e il figlio

Redazione
15/10/2010

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il figlio Piersilvio sono indagati a Roma per evasione fiscale e reati tributari...

Indagati a Roma Berlusconi e il figlio

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il figlio Piersilvio sono indagati a Roma per evasione fiscale e reati tributari nell’ambito di uno stralcio dell’inchiesta milanese sulla compravendita dei diritti tv e cinematografici Mediaset.
Berlusconi e il figlio sono convocati dalla procura di Roma il 26 ottobre. La data è indicata nell’invito a comparire notificato a i due indagati. Il premier e il figlio, stando alle indiscrezioni, potrebbero non presentarsi.
Nel fascicolo istruito dal pm Barbara Sargenti e dal procuratore aggiunto Pier Filippo Laviani, sono indagati anche altri manager del gruppo.
Nell’inchiesta si ipotizza il reato di frode fiscale in relazione ai bilanci di Rti (Reti televisive italiane, controllata Mediaset al 100%), che ha sede legale nella capitale, per gli anni 2003-2004.
«Berlusconi e suo figlio Piersilvio sono totalmente estranei ai fatti», ha dichiarato dichiara l’avvocato del premier Niccolò Ghedini. Per il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, «ogni tanto siamo indagati, ci tirano in ballo, è la solita cosa».
L’inchiesta romana è parallela a quella milanese. In particolare a Milano, dove il premier risponde di frode fiscale, il processo è sospeso in attesa che la Consulta decida sulla validità della legge sul legittimo impedimento.