Cos'ha detto Di Maio al Financial Times

Cos’ha detto Di Maio al Financial Times

04 Novembre 2018 21.48
Like me!

Manovra, Donald Trump e rapporto con l'Ue. È stato un Luigi Di Maio a 360 gradi quello che ha parlato con il Financial Times in una lunga intervista. Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico ha risposto a una serie di domanda sulla prossima legge di bilancio e sul braccio di ferro con Bruxelles. Ma non solo. Ha ribadito ancora una volta che l'Italia non uscirà dall'Euro.

DI MAIO: «L'UE NON CI SANZIONERA'»

«Non credo che saremo sanzionati» dalla Commissione europea sulla manovra. «La procedura sarà avviata ma ci sarà una fase di dialogo», ha detto Di Maio al quotidiano britannico. «Non scommettiamo sul fatto che l'Italia sia 'too big to fail': crediamo che possiamo ampiamente ridurre il debito pubblico con una manovra espansiva», ha aggiunto. E proprio a proposito delle manovre espansive ha citato il caso americano: «Credo che nei prossimi dieci anni l'Europa andrà nella direzione» di Donald Trump.

UNA MANOVRA COME QUELLA DEL TYCOON

«L'economia americana», ha detto ancora il vice premier, «sta crescendo del 4% grazie alle politiche espansive di Trump che tutti ritengono sbagliate: aumento del deficit, taglio delle tasse e investimenti in infrastrutture». Secondo Di Maio, inoltre, la controversa manovra dell'Italia diventerà «una ricetta per tutti gli altri Paesi» per rivitalizzare la crescita e abbandonare il rigore.

«L'EURO? CI TATUEREMO CHE NON VOGLIAMO USCIRE»

«Ci faremo un tatuaggio per spiegare alla comunità finanziaria che non vogliamo lasciare l'eurozona», ha detto ancora il ministro al Financial Times, spiegando che gli investitori sono preoccupati da una «narrativa» secondo cui il governo italiano vuole lasciare l'euro. Ma, ha assicurato Di Maio, quando gli investitori capiranno che non è vero, lo spread scenderà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *