Redazione

Intesa Sanpaolo alla conquista del mercato assicurativo con XME Protezione

Intesa Sanpaolo alla conquista del mercato assicurativo con XME Protezione

13 Febbraio 2019 10.03
Like me!

Il Gruppo Intesa Sanpaolo ha un obiettivo chiaro: diventare uno dei primi quattro operatori italiani delle assicurazioni nel ramo danni. Il primo per i prodotti non motor dedicati alla clientela retail. Questo prevede il piano d’impresa 2018-2021, annunciato a febbraio dello scorso anno. I primi risultati sembrano dare ragione alla strategia del Gruppo bancario guidato dal CEO Carlo Messina: a fine 2018 le attività assicurative rappresentano l’11% del risultato lordo, i premi relativi ai prodotti Casa e Salute pressoché raddoppiati e la loro diffusione presso i clienti del Gruppo è in costante aumento: dal 3,8% del 2016, al 5,4% del 2017 al 7,7% dello scorso dicembre. La strategia si sviluppa un contesto economico complesso, dove i cambiamenti degli ultimi anni hanno influito su welfare pubblico, stabilità lavorativa, sicurezza economica, propensione al risparmio e all’investimento. Lo sviluppo del settore assicurativo, su cui Intesa Sanpaolo ha deciso di puntare, risponde innanzi tutto al bisogno di protezione degli individui e delle famiglie. «Ma questo discorso – sottolinea Alessandro Scarfò, AD di Intesa Sanpaolo Assicura – vale ancor di più per le PMI, tradizionalmente più attente al contenimento delle spese, piuttosto che alla copertura dei propri rischi e quindi, in diversi casi, fragili sotto il profilo assicurativo. Gli imprenditori che invece presentano un’impresa assicurativamente solida, possono anche migliorare la qualità del proprio credito».

DOMANDA: Dottor Scarfò, come si abbina la rete distributiva di una banca con un prodotto assicurativo?

RISPOSTA. «La Rete di gestori della Banca ha una forte relazione con il cliente al quale già offre oggi una consulenza completa a 360 gradi, compresa quella assicurativa. Il dialogo con il cliente parte da una intervista del gestore per una consulenza guidata attraverso un percorso di domande strutturate. La consulenza passa in modo naturale attraverso la connessione fra i prodotti bancari e quelli assicurativi: pensiamo ad esempio al mutuo, che è strettamente collegato alla copertura assicurativa per la casa o al prodotto previdenziale che, grazie al risparmio fiscale, permette di investire nella protezione della famiglia. Inoltre, ridurre la cosiddetta “esposizione al rischio” attraverso coperture assicurative adeguate, permette una migliore gestione della liquidità e della gestione dei risparmi delle famiglie».

D. ll vostro prodotto di punta del ramo danni è “XME Protezione”: come è nato e come sta andando?

R. «XME Protezione è stato lanciato sul mercato nel giugno 2018, rappresentando una spinta innovativa al mercato assicurativo che generalmente basa la sua offerta su una logica incentrata sul prodotto. Si tratta di una soluzione articolata e puntuale, nata dalla volontà di integrare in un'unica risposta le esigenze assicurative dei nostri clienti in più ambiti: salute, casa e famiglia. Una proposta di grande ampiezza, con sedici moduli assicurativi in un unico contratto e coperture che spaziano dai piccoli eventi accidentali che possono accadere quotidianamente, fino a quelli catastrofici, come terremoto e alluvione».

D. Perché un prodotto come questo viene incontro alle esigenze delle famiglie?

R. «XME Protezione è una soluzione innovativa e flessibile. Il nostro cliente, grazie ad un processo denominato “lifecycle”, può agire liberamente combinando i moduli assicurativi, modificando massimali e coperture (aggiungendole o eliminandole) in funzione dell’evoluzione delle sue esigenze e di quelle della sua famiglia, senza dover sostituire il contratto come normalmente accade. La possibilità di pagare mensilmente senza alcun sovrapprezzo, oltre a un sistema di sconti che agevola chi sceglie di coprirsi in modo ampio, sono ulteriori punti di forza a vantaggio dei nostri clienti.

D. E per quanto riguarda le imprese, cosa proponete?

«In risposta alle esigenze delle piccole e medie imprese, invece, proponiamo i prodotti della gamma Tutela Business dedicati all’agricoltura, al commercio e alla manifattura. In particolare, il prodotto Tutela Manifattura è stato premiato per la sua innovatività dal “Milano Finanza Innovation Award 2018”».

XME PROTEZIONE: COME FUNZIONA NEL DETTAGLIO.

XME Protezione è definita la polizza assicurativa “ombrello”, perché permette di combinare diverse garanzie in base alle proprie esigenze, che possono essere modificate in qualsiasi momento dal cliente. Agisce in tre ambiti: famiglia, salute e beni, tutti in un unico contratto. Più moduli vengono scelti, più il cliente accede a forme di scontistica, che possono arrivare fino al 30% del premio.

SPALLE COPERTE PER LA FAMIGLIA.

Per quanto riguarda l’ambito familiare, il prodotto copre fino a 1 milione di euro eventuali danni involontari provocati a terzi. Per esempio, nel caso in cui una lavatrice guasta allaghi l’appartamento sottostante. E comprende eventuali danni provocati da collaboratori e animali domestici. Ma non si ferma a questo: offre copertura in casi in cui un membro della famiglia venga rapinato o scippato fuori dalle mura domestiche. Ed è compresa la tutela legale, che copre le spese sostenute per la difesa degli interessi familiari in sede giudiziale ed extragiudiziale, civile e penale. Anche per controversie con collaboratori domestici, fornitori di utenze e reati commessi sul web.

PROTEZIONE DELLA SALUTE.

I servizi disponibili per la tutela della salute coprono il nucleo familiare con diverse opzioni: si possono scegliere garanzie dedicate a infortuni, prevenzione e salute, interventi chirurgici, o malattie gravi. Per quanto riguarda gli infortuni, viene offerto un indennizzo proporzionato in caso di invalidità permanente. Sono coperti rimborsi delle fatture pagate per le cure, danni estetici o perdita di anni scolastici. XME Protezione può essere un aiuto anche per la prevenzione, con possibilità di fare un check-up annuale con esami personalizzati presso strutture convenzionate. Sono ovviamente previsti indennizzi anche in caso d’intervento chirurgico, dovuto a malattia o infortunio. In caso di diagnosi di una grave malattia, l'indennizzo è fisso e si può scegliere un capitale di 70.000, 100.000, 200.000 o 300.000 euro.

LA CASA E I BENI ALL’INTERNO.

È possibile scegliere coperture che proteggono la casa e il suo contenuto da eventi come incendi, allagamenti, fenomeni elettrici, o furti. Ci sono coperture dedicate per il proprietario e per l’affittuario. Tra le garanzie più interessanti: un servizio di assistenza 24 ore su 24 per le urgenze, ad esempio se serve l’intervento urgente di un fabbro, o di un idraulico. Sono state individuate coperture anche per il contenuto della casa, danneggiato da eventi accidentali, mentre non può mancare la copertura per i danni derivanti dal furto, consumato o anche solo tentato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *