La sfida del digitale, un accordo tra Intesa Sanpaolo e FIPE

La sfida del digitale, un accordo tra Intesa Sanpaolo e FIPE

18 Gennaio 2019 09.20
Like me!

Un accordo in favore delle 100 mila aziende che operano nel settore della ristorazione, dell’intrattenimento e del turismo quello firmato oggi tra Intesa Sanpaolo e FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi). Obiettivo: fornire alle aziende associate strumenti e servizi digitali su misura per l’operatività quotidiana come i pagamenti digitali e la fatturazione elettronica e i finanziamenti per accrescere la qualità dei servizi e la capacità di competere. Tutte prestazioni essenziali nella società del business 3.0.

LE MISURE PREVISTE DALL' ACCORDO

Azzeramento delle commissioni in carico agli esercenti per tutte le transazioni POS di importo inferiore ai 15 euro, questa una delle misure messe in campo dall’accordo tra Intesa Sanpaolo e FIPE per favorire i pagamenti digitali, anche di piccolo importo. E poi, sul fronte dei finanziamenti, un’offerta esclusiva a sostegno dei programmi di investimento con condizioni dedicate e modalità innovative di accesso al credito a cui si associa la proroga della scadenza del finanziamento riservato ai creditori di QUI!Group, ancora in difficoltà in seguito al fallimento della società.

Per i nuovi clienti Intesa Sanpaolo, associati FIPE, anche il pacchetto Best Premium, che comprende un conto corrente con operazioni illimitate e la possibilità di poter includere ulteriori prodotti e servizi a condizioni vantaggiose.

Prodotti e servizi innovativi al servizio delle piccole e medie imprese del turismo italiano che grazie all’accordo, potranno usufruire inoltre di Digifattura, il servizio di Intesa Sanpaolo per gestire la fatturazione elettronica e di InfoVendite, una piattaforma di marketing intelligence che permette agli esercenti dotati di POS di visualizzare l’andamento delle vendite, di confrontarlo con quello dei competitor e di analizzare i comportamenti d’acquisto della clientela.

Nei prossimi mesi, infine, saranno organizzati nelle principali città del Bel Paese diversi incontri formativi con l’obiettivo di migliorare la cultura finanziaria delle imprese associate e di facilitare la relazione tra aziende e banca.

ACCESSO AL CREDITO, UNO STRUMENTO INDISPENSABILE

Un accordo nato per rispondere alle esigenze di tutti gli imprenditori italiani associati a FIPE e che mette in campo il tema dell’accesso al credito per le imprese, un volano indispensabile per la crescita e lo sviluppo del Paese. «Il tema dell’accesso al credito è sempre più importante anche nelle piccole imprese. Non si tratta solo di un problema di costi ma soprattutto di strumenti adatti alle loro esigenze di sviluppo – ha spiegato Roberto Calugi, Direttore Generale di FIPE – La collaborazione con Intesa Sanpaolo intende dare risposte concrete alle pressanti domande che ci vengono dai nostri soci verso i quali prendiamo anche l’impegno ad avviare una serie di incontri sul territorio per migliorare il rapporto con la banca e per sviluppare la cultura finanziaria delle imprese».

Una sfida che l’istituto di credito ha accettato con piacere ritenendo «importante rispondere con un accordo dedicato alle esigenze specifiche degli associati FIPE, poiché ristorazione, intrattenimento e turismo costituiscono un settore strategico per l’Italia – ha detto Andrea Lecce, responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo – Come partner bancario, desideriamo contribuire alla crescita e allo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese, offrendo servizi innovativi e facilitando l’accesso al credito grazie anche alla diffusione di una migliore cultura finanziaria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *