Redazione

Due mila studenti protagonisti di “Z Lab” di Intesa Sanpaolo

Due mila studenti protagonisti di “Z Lab” di Intesa Sanpaolo

Il progetto triennale prepara i ragazzi al mondo del lavoro attraverso un’esperienza di apprendimento e sperimentazione in Banca

17 Aprile 2019 13.43

Like me!

Sono circa 2 mila gli studenti di licei e istituti tecnico-professionali coinvolti nel progetto formativo ‘Z Lab’ di Intesa Sanpaolo, un programma triennale di apprendimento e sperimentazione interamente svolto presso le sedi del Gruppo in 90 scuole italiane nell’ambito dei “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” (ex Alternanza scuola-lavoro).

Ben 100 i laboratori che si sono svolti in 18 città del Bel Paese per 75 mila giornate di lavoro di attività laboratoriali che hanno preparato i ragazzi al mondo del lavoro, durante le quali si sono interfacciati con 80 collaboratori interni Intesa Sanpaolo che in questo percorso hanno fatto da tutor agli studenti.

Secondo i risultati presentati a Milano nel corso di un incontro con i manager della Banca, docenti, famiglie e studenti, 700 di loro hanno completato il primo ciclo triennale iniziato nel 2016. Riconosciuto come un progetto efficace e integrato, tra i migliori in Italia, il suo avviso sarà confermato anche per quest’anno

TRE ANNI DI FORMAZIONE TEORICO PRATICA

Lavorare in gruppo in attività operative e contestali sui temi della gestione finanziaria e dell’attività di marketing sviluppando e gestendo progetti e contenuti ad hoc. Questo il focus entro il quale si articola “Z Lab” che fa toccare con mano agli studenti la vera collaborazione tra mondo della scuola e del lavoro, in particolar modo quello della Banca. Non solo teoria, infatti, per diffondere l’educazione finanziaria e tradurla in comportamenti consapevoli, sperimentando dinamiche imprenditoriali, ma anche visite presso gli uffici delle strutture centrali del Gruppo e il confronto con colleghi “testimonial”.

Ne tre anni del progetto i ragazzi delle scuole secondarie vengono indirizzati verso la realizzazione di una campagna di marketing in un percorso didattico che si conclude con un vero e proprio progetto. Approfonditi anche l’educazione finanziaria, la creazione di un’impresa, di una start-up con la valutazione della sua sostenibilità economica e sociale e quella di un prodotto-servizio approfondendo il concetto di imprenditorialità.

NECESSARIO INVESTIRE SULLA FORMAZIONE

«La formazione è uno degli ambiti su cui più è necessario investire per favorire la crescita della società e dell’economia italiana», ha commentato Rosario Strano, Chief Operating Officer Intesa Sanpaolo. Il Gruppo si impegna su molti fronti per rafforzare questo elemento cardine dello sviluppo. «‘Z Lab’ è uno dei più completi e apprezzati programmi di formazione per i giovani di questa età – ha continuato – lo dimostrano le tante richieste che riceviamo dai docenti e dalle famiglie. Abbiamo dato la possibilità a 2.000 ragazzi, accompagnati da nostri colleghi, di avvicinarsi a Intesa Sanpaolo per apprendere come opera quotidianamente una Banca leader come la nostra, con la complessità di un’organizzazione che conta oltre 90.000 dipendenti, e come cambiano le professioni nel mondo bancario. Anche noi a nostra volta abbiamo beneficiato di questa presenza – ha concluso Strano – con il loro entusiasmo e le loro aspirazioni gli studenti portano energia creativa negli uffici e una prospettiva diversa. 500 ragazzi da 25 scuole hanno ora l’opportunità di partire con il nuovo ciclo triennale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *