Intesa conferma l’impegno per l’acquisto di Ubi

Redazione
31/03/2020

Profumo: «Siamo convinti che si debba perseguire la strada intrapresa». E Messina ribadisce la valenza strategica dell'operazione, anche a supporto dell'economia reale.

Intesa conferma l’impegno per l’acquisto di Ubi

Intesa Sanpaolo conferma la volontà di andare avanti con l’offerta pubblica di scambio lanciata la sera del 17 febbraio 2020 sulle azioni Ubi Banca. Sebbene il crollo in Borsa dovuto alla pandemia di coronavirus abbia oggettivamente cambiato i numeri in tavola, il presidente della Compagnia di San Paolo, Francesco Profumo, ha detto che «siamo convinti che si debba perseguire la strada intrapresa per Ubi».

LEGGI ANCHE: Perché la mossa di Intesa su Ubi fa male al Monte dei Paschi di Siena

RINVIATO IL PAGAMENTO DEL DIVIDENDO AGLI AZIONISTI

Il concetto è stato ribadito anche dal ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, al termine del consiglio d’amministrazione che ha rinviato il pagamento del dividendo: «Siamo convinti che l’operazione relativa all’offerta pubblica di scambio sulle azioni ordinarie di Ubi Banca, in questa fase così straordinaria, assume ancora maggiore valenza strategica e rappresenti per Ubi Banca una prospettiva ancor più rilevante».

ANCHE MESSINA NON HA CAMBIATO IDEA

Per Messina, infatti, «elevata patrimonializzazione, robusta copertura dei crediti deteriorati, dimensione, diversificazione e capacità di investimento hanno ora più valore che in tempi normali. La creazione di una banca in grado di generare ulteriori benefici per tutti gli stakeholder e di rappresentare un solido supporto all’economia reale sociale rappresenta un rafforzamento complessivo del Paese».