La giudice Apostolico non convalida altri quattro trattenimenti nel cpr di Pozzallo

Redazione
11/10/2023

La magistrata non molla e nonostante la bufera e le inchieste in corso torna a sconfessare il decreto del governo. La stessa cosa aveva fatto il 9 ottobre il collega di Catania Cupri.

La giudice Apostolico non convalida altri quattro trattenimenti nel cpr di Pozzallo

La giudice del tribunale di Catania Iolanda Apostolico, nonostante i sospetti di dossieraggio dopo la pubblicazione da parte di Matteo Salvini del video che la ritraeva a una manifestazione del 2018 a Pozzallo contro il blocco dello sbarco dalla Diciotti, le inchieste aperte sul caso, e le richieste di dimissioni presentate dal Carroccio, non molla. L’11 ottobre ha infatti deciso di non convalidare quattro trattenimenti nei confronti di migranti tunisini nel centro di permanenza per i rimpatri (Cpr) di Pozzallo decisi dal questore di Ragusa. Si tratta del secondo provvedimento in tal senso della giudice che il 29 settembre scorso, sconfessando il decreto del governo, aveva rigettato un’analoga richiesta nei confronti di quattro tunisini. Domenica 9 ottobre un altro giudice di Catania, Rosario Maria Annibale Cupri, non aveva convalidato il trattenimento di altri sei migranti ordinandone l’immediato rilascio.