IQ si fa piccante

Redazione
01/02/2011

Il segmento A delle city car estreme annoverava già diverse “primedonne”, autentici esempi di ricerca tecnologica e stilistica che spesso...

IQ si fa piccante

Il segmento A delle city car estreme annoverava già diverse
“primedonne”, autentici esempi di ricerca tecnologica e
stilistica che spesso hanno portato alcuni costruttori a
posizionare a prezzi più alti le vetture al primo gradino della
gamma rispetto alle sorelle del segmento superiore B, e talvolta
anche rispetto ad alcuni modelli di segmento C.
Basti pensare a Fiat, che con la 500 ha messo insieme clienti
giovani e stilish con aficionados del modello originario
e ricche signore in cerca dell’auto per fare la spesa.
E anche Toyota, che con il progetto IQ aveva proposto contenuti
ancora più drastici, ovvero eliminare preziosi posti a sedere
nella parte posteriore per riuscire ad avere una lunghezza
estremamente ridotta, ha pensato di rendere ancora più preziosa
la sua microcar con una serie speciale denominata Tobasco.
SPORTIVA. Disponibile nelle concessionarie a
partire dal primo febbraio, quest’ultima edizione della IQ si
identifica facilmente dai cerchi in lega di 15 pollici bruniti,
dai gusci degli specchietti retrovisori con effetto fibra di
carbonio, dai sedili con una combinazione di stampo sportivo fra
pelle e tessuto nella colorazione nero/ghiaccio.
Sotto il cofano, analogamente alle versione di serie, monta un
motore 1.0 VVT-i da 68 Cv accoppiato a una trasmissione Toyota
Multidrive a variazione continua.
Nel prezzo chiavi in mano di 15 mila euro, che non prevede
ulteriori optional, sono inclusi il climatizzatore manuale, il
servosterzo, il controllo di stabilità e trazione, il sedile
guida regolabile in altezza, gli specchietti elettrici,
l’impianto hi-fi con radio e lettore Cd + Mp3 diffuso da sei
altoparlanti.