Iraq, scavi riportano alla luce scultura alata di 2.700 anni

Redazione
26/10/2023

La statua raffigura la divinità assira Lamassu, eretta all'ingresso dell'antica città di Khorsabad. «Mai scoperto niente di così grande in vita mia», ha detto Pascal Butterlin, responsabile dello scavo.

Iraq, scavi riportano alla luce scultura alata di 2.700 anni

Uno scavo nel Nord dell’Iraq ha portato alla luce una scultura in alabastro di 2.700 anni fa della divinità assira alata Lamassu, che è stata trovata in gran parte intatta nonostante le sue grandi dimensioni. Mancava solo la testa, che si trova già nella collezione al museo di Baghdad dopo essere stata confiscata dai doganieri negli Anni 90 come riferito da Pascal Butterlin, responsabile francese dello scavo. «Non ho mai portato alla luce niente di così grande in vita mia. Di solito, solo in Egitto o in Cambogia si trovano pezzi così grandi», ha detto in riferimento alla scultura di 18 tonnellate che misura 3,8 per 3,9 metri.

La scultura raffigura Lamassu, una divinità assira

Eretta all’ingresso dell’antica città di Khorsabad, a circa 15 chilometri a nord della moderna città di Mosul, la scultura raffigura il Lamassu, una divinità assira con testa umana, corpo di toro e ali di uccello. Fu commissionata durante il regno di Sargon II, che regnò dal 722 al 705 a.C. ed eretta alle porte della città per fornire protezione.