Iraq, un’autobomba uccide tre persone

Redazione
20/01/2011

Nel terzo giorno consecutivo di attentati terroristici alle forze di sicurezza irachene, un attentatore suicida a bordo di un’autobomba si...

Iraq, un’autobomba uccide tre persone

Nel terzo giorno consecutivo di attentati terroristici alle forze di sicurezza irachene, un attentatore suicida a bordo di un’autobomba si è fatto esplodere davanti al quartier generale della polizia della città di Baquba, causando la morte di tre persone – fra cui una giornalista – e il ferimento di una trentina di altre.
Secondo quanto hanno riferito fonti della sicurezza citate dall’agenzia Nina, l’attentatore a bordo dell’autobomba ha tentato di superare in velocità l’ingresso principale del comando di polizia della provincia di Dyala, ma gli agenti di polizia hanno aperto il fuoco contro di lui e pertanto l’esplosione è avvenuta fuori dal compound.
Secondo fonti sul posto, due delle persone rimaste uccise erano poliziotti, mentre la terza era un giornalista.
Il 19 gennaio, un attentatore suicida a bordo di un’ambulanza si è lanciato contro un centro di addestramento della polizia sempre a Baquba. L’esplosione è stata devastante: ha fatto crollare una parte dell’edificio, e sotto le macerie sono rimaste 13 persone uccise e una sessantina di feriti.
Martedi, invece, un kamikaze a piedi ha causato una strage facendosi esplodere tra un folla di persone che attendevano di entrare in un centro di reclutamento della polizia a Tikrit, causando la morte di oltre 50 persone e il ferimento di circa 150 altre.