Isole italiane in vendita per pochi milioni di euro

Isole italiane in vendita per pochi milioni di euro

08 Aprile 2019 08.42
Like me!

Isole italiane in vendita per pochi milioni di euro. Gioielli naturalistici come l'Isola delle Femmine in provincia di Palermo, dove da circa 20 anni la Regione Sicilia ha creato una riserva gestita dalla Lipu per tutelare la flora e favorire la sosta delle specie migratorie. Ma anche l'Isola di Capo Passero in provincia di Siracusa e l'Isola di Santa Maria in provincia di Trapani. Il coordinatore nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, ha lanciato l'allarme presentando un esposto ai ministeri dell'Ambiente e dei Beni culturali, per chiedere un intervento del governo in loro tutela.

PREVISTE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE

Gli annunci di vendita si trovano sui siti di agenzie immobiliari nazionali e internazionali. Alcune offerte hanno una finalità esplicita di trasformazione urbanistica e prevedono la realizzazione di resort, in altri casi i progetti che stanno dietro le proposte di acquisto sono avvolti dal riserbo più assoluto, ha spiegato Bonelli. Il ministero dell'Ambiente non ha ancora ricevuto l'esposto, ma ha fatto sapere di essere pronto a fare tutte le necessarie verifiche.

VENDUTO L'ISOLOTTO DOVE VENNE TENUTO PRIGIONIERO PERTINI

Le proposte di vendita compaiono ad esempio sui siti web di Private Islands Online e Vladi Private Islands. L'Isola delle Femmine costa tre milioni di euro, l'Isola di Cerboli all'interno del parco nazionale dell'arcipelago toscano ne costa quattro. Quest'ultima era stata comprata negli Anni 70 dallo scrittore Carlo Cassola, che intendeva preservarla dalla speculazione. Dopo la sua scomparsa, però, attraverso vari passaggi agli eredi, è stata messa in vendita. Più cara l'Isola di Santa Maria in provincia di Trapani, offerta per 17 milioni di euro. Mentre è già stato venduto l'isolotto di Santo Stefano, dove venne tenuto prigioniero il presidente della Repubblica Sandro Pertini. Così come l'Isola di San Secondo nella laguna di Venezia, destinata a ospitare un albergo di lusso.

POVEGLIA STA ANCORA ASPETTANDO

Per contro, denunciano sempre i Verdi, l'Agenzia del demanio «non risponde all'iniziativa messa in atto dall'associazione "Poveglia per tutti", che ha raccolto in crowdfunding quasi 500 mila euro e ha chiesto in concessione l'Isola di Poveglia per riqualificarla in modo ecocompatibile e creare orti urbani per scongiurare la vendita per usi speculativi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *