Israele, Biden mercoledì in Medio Oriente

Redazione
17/10/2023

Incontrerà anche re Abdallah di Giordania e il presidente dell’autorità palestinese Abu Mazen. Più di 600 mila persone hanno lasciato l'area di Gaza City dopo gli avvertimenti dell'esercito israeliano. Per l'Onu l'ordine di evacuazione di civili dato da Israele potrebbe essere considerato un crimine internazionale. Gli aggiornamenti.

Israele, Biden mercoledì in Medio Oriente

Joe Biden sarà in Israele mercoledì 18 ottobre per incontrare Bibi Netanyahu. Nella sua missione il presidente americano incontrerà anche re Abdallah di Giordania e il presidente dell’autorità palestinese Abu Mazen. Lo ha detto il segretario di Stato americano Antony Blinken, al termine dell’incontro a Gerusalemme con il primo ministro israeliano. Gli Stati Uniti e Israele svilupperanno un piano per «consentire agli aiuti umanitari da paesi donatori e organizzazioni multilaterali di raggiungere i civili a Gaza, inclusa la possibilità di creare aree sicure», ha spiegato Blinken.

Per l’Onu l’evacuazione ordinata da Israele a Gaza potrebbe essere considerato un crimine internazionale

Martedì l’Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha affermato che l’assedio di Gaza e l’ordine di evacuazione lanciato da Israele (che implica il trasferimento forzato di civili) potrebbero essere considerati crimini contro l’umanità. «Siamo preoccupati che questo ordine, combinato con l’imposizione di un assedio completo di Gaza, possa non essere considerato un’evacuazione temporanea legittima ma equivalere a un trasferimento forzato di civili in violazione del diritto internazionale», ha detto alla Reuters Ravina Shamdasani, portavoce per l’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Hamas rilascia il primo video di un ostaggio israeliano

Le forze di difesa israeliane Idf e lo Shin Bet hanno annunciato l’eliminazione di Asma al-Mazini, capo del Consiglio della Shura di Hamas, durante le operazioni israeliane nella Striscia di Gaza.  Intanto Hamas ha rilasciato il primo video di un ostaggio. «Mi chiamo Maya Sham, ho 21 anni e sono di Shoham. In questo momento sono a Gaza», il messaggio. Sul piano diplomatico, Israele e Stati Uniti hanno raggiunto un’intesa su un piano di aiuti umanitari per i palestinesi.

Oltre 600 mila persone hanno lasciato Gaza City

Più di 600 mila persone hanno lasciato l’area di Gaza City dopo gli avvertimenti lanciati venerdì 13 ottobre dall’esercito israeliano, mentre 100 mila persone non hanno lasciato la città. Lo ha detto il portavoce delle forze di difesa israeliane Jonathan Conricus.

Gaza, 25 morti e decine di feriti in raid israeliani nel sud

Secondo fonti mediche palestinesi, almeno 25 persone, tra cui donne e bambini, sono rimaste uccise e altre decine ferite questa notte in un raid aereo israeliano nella Striscia di Gaza. Lo riferisce Al Jazeera. L’attacco ha colpito una casa nella parte meridionale del territorio palestinese. Bombardamenti sono stati segnalati anche nelle zone di Khan Younis e Rafah.

Israele, Biden mercoledì in Medio Oriente
Palazzi crollati a Gaza (Ansa).

Israele: 500 mila sfollati dopo l’attacco di Hamas

Sono quasi 500 mila gli sfollati interni israeliani dopo gli attacchi di Hamas del 7 ottobre, ha detto il portavoce delle Forze di difesa israeliane (Idf) in conferenza stampa. «Circa mezzo milione di israeliani sono sfollati» all’interno dei confini del Paese. «Abbiamo evacuato tutto il sud di Israele, tutte le località vicine alla Striscia di Gaza, seguendo le direttive del governo. Abbiamo fatto lo stesso nel nord, dove sono state evacuate 20 località vicine al confine».