Israele autorizza la vendita di carne coltivata dalle cellule bovine

Per il ministero della Sanità israeliano è necessario impegnarsi nella produzione di «prodotti di origine non vivente come fonti alimentari alternative». È il primo caso al mondo.

Israele autorizza la vendita di carne coltivata dalle cellule bovine

Israele è il primo Paese al mondo ad approvare la vendita di carne coltivata da cellule bovine, con l’autorizzazione che è stata concessa dal ministero della Sanità «in considerazione della crescente domanda globale di proteine e dell’importanza di produrre prodotti di origine non vivente come fonti alimentari alternative». L’intera vicenda parte dalla richiesta di autorizzazione alla vendita presentata dell’azienda Aleph Farms, una start up di Rehovot, che produce carne derivante da cellule dei bovini. Si tratta di una novità assoluta, visto che i precedenti casi simili negli Stati Uniti e in Giappone riguardavano carne coltivata di pollo.