Israele ordina l’assedio totale di Gaza

Redazione
09/10/2023

Lo ha dichiarato il ministro della Difesa Yoav Gallant.

Israele ordina l’assedio totale di Gaza

Il ministro della Difesa Yoav Gallant ha confermato su X di aver ordinato l’assedio completo di Gaza. «Niente elettricità, niente cibo, niente gas, tutto è chiuso», ha dichiarato. «Stiamo combattendo gli animali e agiamo di conseguenza».

 

Tel Aviv non esclude infiltrazioni anche dal Libano

Al confine con la Striscia continuano gli scontri con Hamas e Tel Aviv non esclude nuove infiltrazioni, anche dal Libano. Mentre i tank israeliani si dirigono verso Gaza, l’Idf ha richiamato 300 mila riservisti, il reclutamento più imponente e veloce della storia di Israele.

LEGGI ANCHE: L’aeroporto di Amburgo chiuso per un’ora a causa della minaccia di un attentato su un volo proveniente da Teheran

Il bilancio aggiornato è di oltre 700 morti israeliani e 560 palestinesi

Il bilancio aggiornato dei morti israeliani è di oltre 700, 2.500 i feriti, tra cui molti in condizioni gravissime. Risultano ancora 750 dispersi. Tra le vittime dell’attacco di Hamas ci sarebbero almeno nove cittadini statunitensi e una decina di britannici. Un centinaio di civili, tra cui anche americani e tedeschi, sono ancora in ostaggio. Quattro di loro sarebbero morti nei raid aerei sulla Striscia. Mentre la Jihad islamica afferma di avere in mano almeno 30 israeliani. Sul fronte palestinese le vittime sarebbero 560, i feriti oltre 2.700. Secondo il ministero degli Affari Esteri palestinese, i bombardamenti israeliani hanno colpito anche due campi profughi di Gaza, il campo Al-Shati e quello di Jabalia: ci sarebbero diversi morti e feriti.

Guerra Israele-Hamas, le responsabilità di Netanyahu
Benjamin Netanyahu (Getty Images).

LEGGI ANCHE: Il Qatar sta mediando per uno scambio di prigioniere tra Israele e Hamas

Netanyahu sta negoziando con l’opposizione per formare un governo di unità nazionale

La coalizione del primo ministro Benjamin Netanyahu sta negoziando con il partito di opposizione Unità Nazionale per formare un governo di emergenza per tutta la durata della guerra. La minoranza ha però posto come condizione l’esclusione dall’esecutivo dei membri dell’estrema destra, il superministro per la Sicurezza Itamar Ben-Gvir, a capo di Otzma Yehudit   il ministro delle Finanze Bezalel Smotrich, leader del Partito Sionista Religioso.

LEGGI ANCHE: Le responsabilità di Netanyahu nella guerra tra Israele e Hamas

L’Ue sospende gli aiuti al popolo palestinese

L’Ue ha sospeso gli aiuti destinati al popolo palestinese in attesa del riesame dei programmi di assistenza già messi in campo per un totale di 691 milioni. «La portata del terrore e della brutalità contro Israele e il suo popolo è un punto di svolta. Le cose non possono andare come andavano di solito», ha sottolineato il commissario Ue per l’Allargamento Oliver Varhelyi.  Lo stesso aveva fatto l’Austria che congelerà aiuti per 19 milioni di euro.