Israele: «Trovato un tunnel a Khan Yunis dove sono stati nascosti ostaggi»

Redazione
21/01/2024

La scoperta nella casa di un comandante di Hamas. Le truppe di Tel Aviv avrebbero al massimo il 30 per cento dei miliziani palestinesi, sostiene l’intelligence Usa. A Gaza salgono a più di 25 mila i morti. L’Idf colpisce postazioni di Hezbollah in Libano. Gli aggiornamenti sul conflitto in Medio Oriente.

Israele: «Trovato un tunnel a Khan Yunis dove sono stati nascosti ostaggi»

L’esercito israeliano ha scoperto un tunnel dove in precedenza è stata tenuta prigioniera, «in dure e inumane condizioni», una parte degli ostaggi di Hamas a Gaza. Come ha spiegato il portavoce militare Daniel Hagari, la scoperta è avvenuta sotto la casa di un dirigente di Hamas a Khan Yunis. Il tunnel, lungo più di 800 metri e profondo 20, era sigillato e pieno di cariche esplosive, porte scorrevoli e portelli. Trovata poi appunto una grande sala, dove sono stati tenuti in cattività una ventina di ostaggi, alcuni di questi poi liberati, come la piccola Emilia Aloni (sono stati rinvenuti dei disegni fatti dalla bambina). Per entrare nella struttura i soldati dell’Idf hanno combattuto e ucciso miliziani di Hamas.

Dal 7 ottobre più di 25 mila morti nella Striscia di Gaza

Il bilancio delle vittime a Gaza dall’inizio della guerra ha superato quota 25 mila. Lo ha reso noto il ministero della Sanità della Striscia, controllato da Hamas. Nel complesso dal 7 ottobre scorso sono state uccise 25.105 persone.

Israele: «Trovato un tunnel a Khan Yunis dove sono stati nascosti ostaggi». Gli aggiornamenti sulla guerra.
Carro armato israeliano e, sullo sfondo, edifici distrutti nella Striscia di Gaza (Getty Images).

Onu: «Uccisioni di civili da parte di Israele senza precedenti»

«Le operazioni militari di Israele hanno diffuso distruzioni di massa e ucciso civili su una scala senza precedenti durante il mio mandato come segretario generale. Tutto ciò è straziante e assolutamente inaccettabile. Il Medio Oriente è una polveriera, dobbiamo fare tutto il possibile per evitare che il conflitto si accenda in tutta la regione». Lo ha affermato il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres al vertice del G77+Cina nella capitale ugandese Kampala.

Intelligence Usa: Israele ha ucciso solo il 20-30 per cento dei miliziani di Hamas

Lo Stato Ebraico avrebbe ucciso tra il 20 e il 30 per cento dei miliziani di Hamas. Lo scrive il Wall Street Journal, citando stime delle agenzie di intelligence Usa. Gli Stati Uniti ritengono che Hamas disponga ancora di munizioni sufficienti per continuare a combattere le forze israeliane per diversi mesi, aggiunge il WSJ.

Israele: «Trovato un tunnel a Khan Yunis dove sono stati nascosti ostaggi». Gli aggiornamenti sulla guerra.
Colonna di fumo su Rafah dopo un raid israeliano (Getty Images).

Yemen, 75 morti negli attacchi alle postazioni Houthi sul Mar Rosso

Gli attacchi aerei britannici e americani contro le strutture degli Houti nello Yemen avrebbero provocato 75 morti, tra cui membri dei pasdaran e degli Hezbollah. Lo hanno rivelato fonti yemenite a Sky News Arabia. La maggior parte delle persone sono state uccise, secondo le notizie dell’emittente, in raid aerei contro siti militari degli Houti a Hodeidah, Hajjah, Dhamar, Taiz e Al-Bayda. Le operazioni hanno distrutto piattaforme per il lancio dei missili e magazzini in cui venivano stipati i droni usati per gli attacchi contro il trasporto marittimo nel Mar Rosso.

L’Idf colpisce postazioni di Hezbollah in Libano

L’esercito di Tel Aviv ha colpito postazioni di Hezbollah nel sud del Libano, in risposta agli attacchi contro il nord di Israele. Lo riportano i media dello Stato ebraico, precisando che i siti colpiti dagli aerei da combattimento a Odaisseh e Houla, includevano postazioni di lancio di razzi e altre infrastrutture utilizzate dal gruppo terroristico.