Istanbul, attacco contro una chiesa italiana: un morto

Redazione
28/01/2024

I fatti nel quartiere di Saryer durante la funzione domenicale. Due uomini armati hanno fatto irruzione nel luogo di culto uccidendo un cittadino turco. In corso l'operazione per catturare gli aggressori. Tajani: «Ferma condanna». Il cordoglio del Papa durante l'Angelus.

Istanbul, attacco contro una chiesa italiana: un morto

Nella mattinata di domenica 28 gennaio 2024, la chiesa italiana di Santa Maria a Istanbul è stata teatro di un attacco armato durante la messa che ha provocato un morto. Il ministro degli Interni turco Ali Yerlikaya ha dichiarato: «C.T., che era tra i partecipanti alla funzione, è stato attaccato da due persone mascherate e purtroppo ha perso la vita. È stata avviata un’indagine su larga scala e sono stati avviati sforzi per catturare gli aggressori». Numerose squadre di polizia sono state inviate sul posto. Il governo di Ankara ha condannato «questo vile attacco».

Tajani: «La Farnesina segue l’evolversi della situazione»

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani, che su X ha scritto: «Esprimo cordoglio e ferma condanna per il vile attacco nella Chiesa di Santa Maria. La Farnesina segue la situazione con l’Ambasciata ad Ankara e il Consolato a Istanbul, sono certo che le autorità turche arresteranno i responsabili». Secondo le prime ricostruzioni, gli aggressori avrebbero iniziato a sparare in aria, quando un cittadino turco sarebbe corso verso di loro urlando e venendo colpito a morte.

Il cordoglio del Papa: «Vicinanza alla comunità»

Durante l’Angelus in piazza San Pietro, il Papa ha espresso il suo cordoglio per quanto accaduto: «Esprimo la mia vicinanza alla comunità della chiesa Santa Maria Draperis a Istanbul che, durante la messa, ha subito un attacco armato che ha provocato un morto e diversi feriti».