Istat, nel 2010 frenano gli stipendi

Redazione
28/01/2011

Frenano gli stipendi degli italiani. Le retribuzioni contrattuali orarie nella media del 2010 hanno registrato un aumento del 2,2%, rispetto...

Istat, nel 2010 frenano gli stipendi

Frenano gli stipendi degli italiani. Le retribuzioni contrattuali orarie nella media del 2010 hanno registrato un aumento del 2,2%, rispetto all’anno precedente, in rallentamento a confronto con il +3% del 2009. Lo ha rilevato l’Istat, ricordando che il tasso d’inflazione medio annuo nel 2010 è stato pari all’1,5%.
LA GELATA DI DICEMBRE. Ma a dicembre le retribuzioni contrattuali hanno registrato un aumento dell’1,7% rispetto allo stesso mese del 2009 mentre il tasso d’inflazione è stato pari all’1,9%. Quindi l’incremento tendenziale delle retribuzioni è stato inferiore a quello dei prezzi al consumo. Su base mensile in particolare le retribuzioni sono rimaste quasi ferme (+0,1%).
QUASI 5 MLN ASPETTANO CONTRATTO. A fine dicembre risultano in attesa di rinnovo 41 contratti nazionali, relativi a meno di 4,9 milioni di dipendenti. Lo comunica l’Istat, precisando che la quota di dipendenti che aspettano il rinnovo, per l’intera economia, è pari al 37,2%, in lieve calo rispetto rispetto allo scorso mese (37,9%) e in forte crescita rispetto a dicembre 2009 (10,3%).