Terremoto Emilia Sciacalli 120531175502
DOPO IL TERREMOTO
31 Maggio Mag 2012 1700 31 maggio 2012

Emilia, è allarme sciacalli. Accertamenti della procura

Annunciano l'arrivo di nuove scosse per far uscire i cittadini di casa e poi compiono furti.

  • ...
Allarme sciacalli: fanno uscire di casa la gente impaurita e poi compiono furti.

Nel dramma di due terremoti che hanno procurato 5 miliardi di danni, tra scosse continue e ansia diffusa, è anche allarme sciacalli.
La tecnica dei furbi pronti ad approfittare della gente in panico è stata denunciata più volte in questi giorni, in Emilia: nelle zone colpite hanno agito persone che a bordo di auto e armati di megafono hanno spinto chi è rimasto in casa a uscire in fretta e furia dalle abitazioni per l'arrivo imminente di nuove scosse.
Salvo poi infilarsi nelle loro abitazioni per rubare oggetti e preziosi.
AVVIATI ACCERTAMENTI. Così la procura di Bologna ha avviato degli accertamenti, sebbene per il momento non si tratti di un'inchiesta ufficiale, per verificare quante telefonate siano state ricevute dai cittadini che chiedevano informazioni su imminenti scosse, probabilmente dopo aver sentito i messaggi degli sciacalli in strada.
Carabinieri, polizia e vigili urbani hanno messo in campo pattugliamenti non solo per prevenire eventuali furti, ma anche per fermare chi sta seminando il panico tra i cittadini con annunci privi di fondamento.
«IMPOSSIBILE PREVEDERE NUOVE SCOSSE». La Protezione Civile ha infatti ricordato che non è possibile prevedere quando la terra possa tremare di nuovo: «Forti terremoti sono comunemente accompagnati da altre scosse, ma ogni previsione che indichi con precisione data, ora e luogo, nonché magnitudo di futuri eventi é priva di ogni fondamento» hanno comunicato.
«Non appena ricevute le relazioni» ha detto il procuratore aggiunto e portavoce della procura Valter Giovannini «sarà aperto come atto dovuto un fascicolo per procurato allarme contro ignoti».
Le forze dell'ordine hanno infatti ricordato che si tratta di un atto perseguibile penalmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso