Voltura Acqua
Attualità
20 Aprile Apr 2018 1738 20 aprile 2018

Quattro cose da sapere sull'acqua di Policoro

C'è un Comune in Basilicata in cui il sindaco ha vietato di bere l'acqua dal rubinetto: i livelli di cloro sono troppo alti.

  • ...

«È vietato in tutto il territorio di Policoro, sino a nuovo ordine, l'uso e il consumo dll'acqua a scopo potabile». Con questa ordinanza firmata dal sindaco Enrico Masoia dal 17 aprile i cittadini di Policoro hanno dovuto chiudere i rubinetti di casa. O meglio, possono ancora usare l'acqua pubblica per lavarsi o per pulire i pavimenti ma è assolutamente vietato berla o usarla per cucinare. Il motivo? C'è troppo cloro nell'acqua.

L'ORDINANZA E LE ANALISI Il sindaco Masoia ha deciso di procedere con il divieto totale dopo che l'Asl di Matera ha dichiarato l'acqua che scorre nelle tubatore pubbliche «non potabile». Così il comune da 17mila abitanti affacciato sul Mar Ionio è rimasto all'asciutto. Per evitare l'assalto ai supermercati sono state predisposte due autobotti che riforniscono i cittadini di acqua potabile. Due giorni dopo l'emissione dell'ordinanza, il 19 aprile, sempre sul sito del comune sono state pubblicate le analisi sulla concentrazione di trialometani nell'acqua, a Policoro superano di circa il 30% la soglia prevista dalla legge.

TRIALOMETANI, CLORO E CLORAZIONE Secondo una nota del ministero della Salute i trialometani sono composti tossici che si possono formare quando il cloro entra in contatto con i materiali organici presenti nelle acque grezze. La presenza di cloro nell'acqua potabile è normale, questo elemento viene usato per disinfettare l'acqua attraverso un processo definito clorazione. Acquedotto Lucano, la società che gestisce la distribuzione dell'acqua a Policoro, ha dichiarato che la presenza di trialometani è dovuta al processo di clorazione. Non ci sarebbero quindi problemi di inquinamento ambientale.

GLI EFFETTI SULLA SALUTE Alcuni dei trialometani sono stati classificati come possibili cancerogeni. Il più famoso è il cloroformio che ha effetti soprattutto sul fegato. Un altro trialometano dannoso per la salute è il bromodiclorometano, oltre agli effetti sul fegato questo elemento coinvolgerebbe anche i reni. Per evitare però di allarmare la cittadinazia, il comune di Policoro ha creato un numero verde (0835/9019260) e ha organizzato un incontro fissato per il 21 aprile.

ROTONDELLA: UN VICINO SCOMODO A 23 minuti di auto da Policoro c'è il comune di Rotondella. Qui il 19 aprile il gip di Potenza ha confermato il sequestro di tre vasche di raccolta delle acque di falda. Il motivo è l'accertamento della presenza di due sostanze: il cromo esavalente e il tricloroetilene, entrambi usati nel processo di trattamento delle barre di uranio. Nel territorio del comune di Rotondella c'è infatti un impianto Itrec dove sono stoccate 64 barre di uranio provenienti dagli Stati Uniti. L'impianto era in funzione quando in Italia esisteva ancora il programma nucleare, un progetto terminato alla fine degli anni '80.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso