Visso Compagnia Maestri Artigiani
Attualità
27 Settembre Set 2018 1522 27 settembre 2018

Visso riparte dopo il terremoto 2016 con nuovo centro artigiano

Il Comune del maceratese inaugura "La Compagnia dei Maestri Artigiani" che racchiude cinque attività 'storiche' rinate dopo il sisma. Il promotore Loro Piana: «Gesto di solidarietà a cittadini colpiti da una catastrofe più grande di loro».

  • ...

Rinasce il commercio a Visso. Il Comune del maceratese, uno più colpiti dal terremoto del 2016, riparte con l'inaugurazione, avenuta mercoledì 26 settembre, del nuovo centro artigianale La Compagnia dei Maestri Artigiani di Visso che racchiude cinque attività 'storiche' che erano state sbriciolate dal sisma: dal ristorante la Filanda alla norcineria e macelleria Calabrò, al famoso CaffèPasticceria Sibilla (con tanto di insegna con citazione di Leonard Cohen: «C'è una crepa in ogni cosa ed è lì che entra la luce») alla macelleria Troiani fino alla Tenuta Scolastici Cacio Sopravvissano. Prima erano separate nell'antico e suggestivo centro storico: ora hanno ritrovato una sede unica e sicura per ricominciare e per permettere un nuovo sviluppo economico e sociale.

STRUTTURA ANTISISMICA IN FERRO, VETRO E LEGNO DI 500 MQ

La struttura in ferro, cemento armato, vetro e legno, antisismica e ad alto risparmio energetico, ha quattordici locali per i laboratori, 500 metri quadrati di spazi commerciali più altri circa 4 mila e 500 metri quadrati di area industriale sistemati intorno. È stata realizzata con il sostegno di 34 soci sostenitori, che si sono affiancati all'imprenditore Pier Luigi Loro Piana. «Nella restituzione di spazi agli artigiani di Visso c'è la riconsegna di un pezzo di vita di questa comunità» ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli.

L'IMPRENDITORE LORO PIANA: «MOVIMENTO SOLIDALE DI CITTADINI VERSO ALTRI CITTADINI»

«Questo è un movimento solidale di cittadini, verso altri cittadini, colpiti da una catastrofe più grande di loro», ha detto l’imprenditore tessile Loro Piana, «i cittadini italiani si sono sempre mostrati pieni di solidarietà e l’hanno fatto anche stavolta. Dietro questo progetto ci sono 34 soci, più due aziende sostenitrici, Kartell e Loro Piana (ditta piemontese leader nel settore degli abiti di lusso), che hanno portato questa iniziativa sino in fondo, non è una gara tra Stato e privato, vorremmo che le istituzioni pubbliche prendessero parte al futuro di questa iniziativa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso