Festival Economia Trento Fugatti
Attualità
1 Novembre Nov 2018 1934 01 novembre 2018

Per il leghista Fugatti il Festival dell'Economia è troppo di Sinistra

Il neo presidente della Provincia autonoma di Trento dà il benservito a Boeri dalla presidenza scientifica e promette drastici cambiamenti. «Basta con una visione economica e politica a senso unico».

  • ...

Troppa sinistra nel Festival dell'Economia di Trento. A sostenerlo, in un'intervista a la Repubblica, è stato Maurizio Fugatti neo presidente leghista della Provincia autonoma. «Fino a oggi sono sempre stati invitati solo studiosi e luminari con una precisa visione economica e politica del mondo, espressione della cultura della sinistra nazionale e locale», ha spiegato. Per poi aggiungere: «Vedremo come, ma questa distorsione finirà. Ovvio che si dovrà discutere non solo di Tito Boeri, che è all'ordine del giorno e che non è detto resti al suo posto, ma di tutta l'organizzazione». Frasi che sanno di sfratto nei confronti dell'economista dalla presidenza scientifica della manifistazione che ogni anno riunisce i premi Nobel, politici, intellettuali e imprenditori di tutto il mondo.

IL FESTIVAL DELL'ECONOMIA SENZA BOERI E LATERZA

Il possibile allontanamento di Boeri potrebbe essere seguito da un altro illustre addio. Quello della casa editrice Laterza, che è partner nell'organizzazione dell'evento. «Questi ospiti hanno sempre spiegato che tutto era bello e che tutto andava bene, mentre l'economia mondiale stava invece precipitando. È chiaro che non si possono sprecare così i soldi pubblici», ha aggiunto Fugatti. Che poi torna a puntare il dito contro chi ha politicizzato il Festival trentino: «Abbiamo assistito a troppe passerelle di parte e a senso unico». Da qui la decisione insindacabile e necessaria, secondo il governatore leghista, di «ripensare all'evento e selezione dei relatori».

TRA IRONIA E INCREDULITÀ, LA REAZIONE SUI SOCIAL

Affermazioni che non hanno lasciato indifferenti il popolo dei social network. Che dal canto suo ha appreso la notizia con incredulità e, come spesso avviene in questi casi, anche con un pizzico di ironia. Ecco che le rivendicazioni di cambiamento proposte da Fugatti si sono trasformate in un boomerang mediatico. «Il festival dell'Economia di Trento si farà a Pescara», ha suggerito ironicamente uno degli utenti. «Se pensare e analizzare dati per bene è diventato troppo di sinistra io da grande vorrei saper mangiare i bambini come Tito Boeri», ha ironizzato un altro frequentatore di Twitter.

Ma non sono mancati nemmeno i commenti indignati. C'è chi ha ritirato fuori il celodurismo leghista dei tempi di Umberto Bossi e chi cita Laterza perché intervenga in difesa della «libertà di intelligenza» per contrastare «le sparate pressapochiste» del neo presidente leghista di Trento. Ma l'accusa maggiore rivolta a Fugatti è stata quella di «star tentando di rovinare il Festival dell'Economia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso