Bar Settembrini Roma De Rossi Sfratto
Attualità
21 Novembre Nov 2018 1046 21 novembre 2018

Daniele De Rossi sfratta lo storico Settembrini cafè di Roma

Il capitano della Roma, proprietario dei muri, chiede lo sgombero del locale che da mesi non paga l'affitto. I 40 dipendenti a rischio licenziamento.

  • ...

Daniele De Rossi abbassa la claire del solotto chic della Roma bene. Il 21 novembre è previsto che venga reso esecutivo lo sfratto del Settembrini Caffè, storico bar nel cuore del quartiere bene di Prati che per anni ha servito cornetti e cappuccino a politici, attori, registi, direttori di giornali. E l'entrata a gamba tesa è stata del capitano della Roma, proprietario delle mura del locale, che da mesi non riceve il pagamento dell'affitto da Marco Ledda, patron del locale. Come spiega La Repubblica, è invece previsto che resti aperto l'ominimo ristorante. Ledda, nato e cresciuto nel quartiere Trieste, è convinto che la caffetteria sia un pezzo importante nella storia della Città. Nel libro I 100 personaggi + 1 di Prati ha raccontato come l'arrivo del suo locale abbia «dato una piccola scossa al quartiere». «Siamo stati i primi ad avviare un nuovo corso e a lanciare un modello che poi sarà ripreso sia in Italia che a all'estero, specialmente a Parigi. C'è chi dice che da quando abbiamo aperto, il valore immobiliare sia addirittura cresciuto».

PREOCCUPAZIONE PER I 40 DIPENDENTI

L'affitto di Settembrini, ha riportato il quotidiano, è «esorbitante». La gestione, però, ha sempre garantito pienoni a colazione, pranzo e cena. Sembra dunque strano non si riescano a mettere insieme i soldi per pagare le insolvenze. Quello che preoccupa di più è la situazione dei circa 40 lavoratori tra assunti e collaboratori che potrebbero essere licenziati. L'azienda ha un nome avviato, la strada va di moda e a metterci gli occhi sopra all'attività sono già in tanti. Ma l'intenzione dei proprietari del marchio è quella di trovare un accordo. Mettere insieme i soldi che servono saldare i conti e proseguire l'attività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso