Omicidio Olgiata 120213202316
IL DELITTO
13 Febbraio Feb 2012 1800 13 febbraio 2012

Olgiata, gup su Winston: «violenza brutale»

Le motivazioni della sentenza del giudice all'omicidio della contessa.

  • ...
Alberica Filo della Torre uccisa a Roma, il 10 luglio del 1991, dal domestico filippino Winston Reyes.

Il giudice ha ampiamente motivato la condanna di Winston Reyes, l'ex domestico filippino autore dell'omicidio di Alberica Filo della Torreavvenuto a Roma il 10 luglio del 1991. L'assassino «non ha esitato a togliere la vita a una giovane donna e a distruggere la vita dei suoi familiari, pur di garantirsi l'impunità e il profitto della rapina commessa». Così il gup Massimo Di Lauro nelle motivazioni della sentenza con la quale, il 14 novembre scorso, ha condannato a 16 anni di carcere, con rito abbreviato, Reyes.
Il procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e il sostituto Maria Francesca Loy, avevano sollecitato l'ergastolo. Ora la procura ha deciso di impugnare la decisione del gup. Nelle 81 pagine delle motivazioni quest'ultimo ricostruisce i fatti, accennando sia alle indagini svolte all'indomani del delitto, sia alle investigazioni svolte di recente, ovvero gli accertamenti dei Ris e la confessione dell'ex domestico.
GUP SOTTOLINEA LA CONSAPEVOLEZZA DELL'OMICIDA. Per il giudice il filippino «era ben consapevole che uccidendo la donna avrebbe privato, non solo il marito di una donna amata, ma anche due bambini in tenera età dall'affetto della madre».
Di Lauro ricorda la dinamica del delitto, secondo cui l'assassino non «ha esitato a porre in essere una sì estemporanea, ma comunque brutale, violenza nei confronti di una donna indifesa che era stata generosa con lui anticipandogli delle somme di denaro», aggiungendo che «una volta vistosi scoperto non si è limitato a tramortire la vittima con colpi di eccezionale brutalità, nonostante essi sarebbero stati sufficienti a garantirsi una via di fuga, lasciando in vita la contessa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso