Bergoglio 130320180121

Bergoglio, quando il papa aprì alle unioni civili gay

Così parlò ai vescovi: «È il male minore».

  • ...
Jorge Mario Bergoglio quando era ancora solo arcivescovo di Buenos Aires.

Tra le tante voci che si rincorrono sulle idee e il passato del nuovo papa, ne è spuntata anche una secondo cui Jorge Mario Bergoglio avrebbe aperto alle unioni civili tra persone dello stesso sesso quando era a capo dell'arcidiocesi di Buenos Aires.
A rivelare il retroscena, che risalirebbe al periodo nel quale il governo di Cristina Kirchner aveva pensato di legalizzare i matrimoni gay, è stato il New York Times.
Altro che omofobo, insomma. Secondo il quotidiano americano, in quell'occasione, Bergoglio cercò di mediare per una soluzione più soft che potesse accontentare tutti.
TENTATIVO DI MEDIAZIONE. Oltre a inviare una lettera alla presidente argentina, nella quale si opponeva con fermezza all'idea del matrimonio omosessuale, Bergoglio avrebbe anche fatto presente ai vescovi che ci si poteva piegare ad accettare «il male minore».
La proposta non venne accettata dai prelati, molti di loro restarono sconvolti, ma l'ipotesi che il nuovo papa abbia aperto in passato ai diritti gay non può certo lasciare indifferenti.
La figura del pontefice vicino alla gente e lontano dagli alti vertici ecclesiastici ne uscirebbe rinforzata, così come l'impressione che si tratti di un uomo dalle grandi capacità politiche di mediazione.
L'ATTIVISTA GAY CHE SCRISSE AL PAPA. Conferme sono arrivate anche da Marcelo Márquez, famoso attivista argentino per i diritti gay. Secondo quanto raccontato da quest'ultimo, Bergoglio non si sarebbe mai sottratto al confronto con la comunità omosessuale. Márquez ha raccontato in particolare di quando scrisse una lettera al futuro papa sull'argomento, ricevendo da questi una telefonata un'ora dopo.
A lui, l'allora arcivescovo di Buenos Aires disse di ritenere necessario un riconoscimento dei diritti gay, pur confermando la sua contrarietà al matrimonio. Ma non alle unioni civili.

20 Marzo Mar 2013 1801 20 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso