Pesticidi 1
Cronaca
15 Novembre Nov 2017 1705 15 novembre 2017

Italiani contaminati da almeno tre pesticidi usati in agricoltura

Una famiglia si è sottoposta al controllo delle urine per dimostrare come sia facile essere contaminati dai pesticidi. L'iniziativa fa parte della campagna Cambia La Terra, progetto di informazione contro i pesticidi.

  • ...

È bastata una 'semplice' analisi delle urine e una normale famiglia italiana di quattro persone ha scoperto di essere pesantemente contaminata dai pesticidi. Il 15 novembre è partita la campagna #ipesticididentrodinoi, con un video che mostra il grado di contaminazione della famiglia D. - romana, con abitudini alimentari nella media - rispetto ad alcuni tra i pesticidi ed erbicidi più utilizzati in agricoltura: glifosato, clorpirifos e piretroidi.

LA PROVA SU UNA FAMIGLIA DI 4 PERSONE. Una famiglia di quattro persone (i genitori, Marta e Giorgio assieme ai loro bambini, Stella di 9 anni e Giacomo di 7) ha accettato di fare il test sulla presenza o meno di pesticidi nelle urine e, dopo 15 giorni di dieta 100% bio, priva di chimica di sintesi, ripetere le analisi per verificare la differenza tra prima e dopo. La campagna fa parte di Cambia La Terra, progetto di informazione contro i pesticidi di Federbio con Isde-Medici per l'Ambiente, Legambiente, Lipu e WWF.

Per tre dei membri della famiglia si sono rilevate alte concentrazioni di glifosato, l'erbicida per cui in queste settimane l'Europa deve decidere o meno la possibilità di utilizzo nei prossimi anni. Uno dei genitori registra 0,26 microgrammi per litro, mentre il bambino più piccolo arriva 0,19 rispetto a una media generale di 0,12 microgrammi litro. Lo stesso bambino registra oltre 5 microgrammi di clorpirifos per grammo di creatinina, un valore altissimo rispetto alla media della popolazione, che è 1,5 microgrammi per grammo. Due prodotti della contaminazione da piretroidi (Cl2CA e m-PBA) sono consistentemente presenti nella famiglia. In particolare, l'm-MPA arriva nella mamma a concentrazioni di circa 3,4 microgrammi per grammo: un record che si trova solo nel 5% delle statistiche finora analizzate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso