Maltempo: giovedì nuova perturbazione
Aggiornato il 28 febbraio 2018 27 Febbraio Feb 2018 1852 27 febbraio 2018

Maltempo, le previsioni per i prossimi giorni

Superato mercoledì 28 febbraio il picco del freddo. Ora le temperature torneranno a crescere. Ma da Firenze a Torino, passando per Milano, in molte città sono in arrivo nuove nevicate.

  • ...

Ha le ore contate l'ondata di gelo siberiano che ha colpito anche l'Italia: dopo aver raggiunto il suo picco mercoledì 28 febbraio, tenderà gradualmente ad attenuarsi, in particolare già il primo marzo al Centro-sud dove è atteso un sensibile rialzo delle temperature. Al Nord, invece, l'aria fredda persisterà più a lungo e sono previste nevicate nella notte. Fiocchi molto probabili anche a Roma, dove dovrebbero essere imbiancate le parti alte della città.

POSSIBILI NUOVE NEVICATE A ROMA. Secondo le previsioni dei meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it, l'arrivo di una perturbazione darà luogo nella notte a nevicate fin su pianure e coste al Nord-ovest, in Emilia, Toscana e sull'interno del Centro. Saranno imbiancate molte grandi città tra cui Torino, Milano, Bologna, Venezia, Firenze, Ancona, Perugia e Pescara, ma una breve fase nevosa è possibile anche a Roma.

NEL POMERIGGIO SI PASSA ALLA PIOGGIA. Il primo marzo la neve cadrà in quasi tutto il Nord, sarà più abbondante in Liguria, in Emilia e sull'Appennino settentrionale. Al mattino sono previste nevicate fino a quote di pianura anche su Toscana, Umbria e Marche, regioni in cui poi nel pomeriggio la pioggia sostituirà la neve. «Le precipitazioni più intense» - ha spiegato Andrea Giuliacci, meteorologo del Centro Epson Meteo - «si avranno, tra le città a Torino, Cuneo, Genova e Bologna, Parma e Reggio Emilia. «A Roma la situazione» - spiega - «è al limite per la probabilità di precipitazioni. La neve sarà intervallata a tratti dalla pioggia».

TEMPERATURE IN AUMENTO DA NORD A SUD. L'aria mite in arrivo con i venti di scirocco determinerà - affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo - un sensibile rialzo termico che segnerà la fine di questa fase estremamente fredda al Centro-sud, mentre al Nord l'aria fredda intrappolata in Pianura padana persisterà più a lungo. La tendenza per l'ultima parte della settimana, secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it, rimane ancora molto incerta: al momento non si prevede alcun miglioramento del tempo e saranno possibili nuove precipitazioni. Sull'Italia, precisano, continuerà infatti ad affluire aria umida e ci sarà ancora occasione per delle piogge, con il rischio per la giornata del 2 di neve fino a quote molto basse sulle regioni nord-occidentali. Le temperature, concludono gli esperti di Epson Meteo, gradualmente aumenteranno anche sulle regioni settentrionali, riportandosi su valori più normali per la stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso