Firenze Neve
1 Marzo Mar 2018 1054 01 marzo 2018

Maltempo, neve al Nord: la mappa dei disagi

Fermi tutti i treni regionali in transito sulle linee Firenze-Empoli e Firenze-Prato-Pistoia. Niente lezioni a Mantova e Rovigo. Il maltempo continua fino al weekend, ma le temperature sono in risalita.

  • ...

Tutto il Centro-Nord il 1 marzo si è svegliato sotto la neve. Imbiancate Milano, Torino, Genova, Venezia, Bologna, Perugia e Firenze.

FERMI I TRENI REGIONALI IN TOSCANA. In serata si sono fermati tutti i treni regionali in transito sulle linee Firenze-Empoli e Firenze-Prato-Pistoia, a causa del ghiaccio che si è formato sulle linee di alimentazione elettrica. I tecnici di Ferrovie sono al lavoro per limitare i disagi. Ma le temperature sono in aumento ovunque, in particolare al Sud, dove è previsto un grande sbalzo termico e nei prossimi giorni si toccheranno i 20 gradi. Insomma: il gelo sull'Italia si attenua, ma il maltempo durerà fino al weekend.

IN ARRIVO NUOVE PERTURBAZIONI. Francesco Nucera, meteorologo di 3bmeteo.com, spiega: «Al momento è in azione una nuova perturbazione dalla Spagna, che trasporta anche aria più mite». Le nevicate al Centro-Nord «si andranno esaurendo nel corso della prossima notte, mentre una nuova perturbazione, il 2 marzo, raggiungerà l'Italia portando occasione per altre nevicate a bassa quota, specie al Nord-Ovest«.

VENTI DI SCIROCCO E LIBECCIO. Sul resto d'Italia, invece, «soffieranno venti di Scirocco e Libeccio con conseguente aumento termico, tanto che al Sud e sulle Isole non si escludono punte fino a 18-20 gradi, 15-17 tra Lazio e Campania, ancora freddo al Nord». Il weekend si annuncia tuttavia turbolento: «Si aprirà un canale di bassa pressione dall'Atlantico, con il previsto passaggio di altre perturbazioni, sopratutto sulle coste tirreniche, nella giornata di sabato 3 marzo». Una breve tregua domenica 4, poi una nuova perturbazione. Ma senza il grande freddo degli ultimi giorni.

Le previsioni per il 2, 3 e 4 marzo

Al Nord cieli chiusi e deboli nevicate fino in piano a nord del Po, altrove passaggio da neve a gelicidio o a debole pioggia. Fenomeni in assorbimento la notte. Temperature stabili, massime tra 0 e 4. Al Centro maltempo al mattino con piogge sparse e locale gelicidio sulle interne marchigiane. Meglio dal pomeriggio. Temperature in rialzo, massime tra 8 e 15. Al Sud molte nubi sui settori peninsulari con qualche pioggia o nevicata in alta montagna. Meglio in Sicilia. Temperature stabili e miti, massime tra 15 e 19.

SABATO 3 MARZO. Al Nord nuovo peggioramento da ovest con neve inizialmente fino in piano sul Piemonte ma poi in rialzo. Altrove dai 400 agli 800m. Migliora la sera. Temperature stabili, massime tra 2 e 6. Al Centro tempo perturbato con piogge diffuse sulle peninsulari. Migliora in Sardegna. Neve solo a quote di montagna. Temperature stabili, massime tra 8 e 12. Al Sud inizialmente discreto o variabile, peggiora in giornata con temporali in arrivo soprattutto sulla costa tirrenica. Temperature senza variazioni, massime tra 13 e 17.

DOMENICA 4 MARZO. Al Nord in partenza soleggiato con foschie e nebbie in pianura, dal pomeriggio nuovo peggioramento da ovest con pioggia e neve dagli 800-1000m. Temperature in aumento, massime tra 6 e 11. Al Centro instabile in Sardegna, nubi in aumento altrove con piogge in serata sull'area tirrenica. Neve a quote elevate. Temperature in ascesa, massime tra 14 e 16. Al Sud giornata discreta o variabile, peggiora in serata con piogge in arrivo soprattutto sulla costa tirrenica. Temperature stabili, massime tra 14 e 18.

Intanto, giovedì 1 marzo, in Toscana è stata chiusa e poi riaperta in direzione Sud la A1 tra Chiusi e Arezzo, per la presenza di pioggia gelata. Il cosiddetto gelicidio, neutralizzato con una speciale macchina che sparge sale riscaldato. Rallentamenti sulla rete ferroviaria, che risente ancora dei tagli annunciati da Trenitalia. E sui forti disagi nei treni è intervenuto il ministro dei Trasporti Delrio, che ha precisato: «Le ferrovie si sono scusate, hanno sopravvalutato la loro capacità. Certo era più facile fare come ha fatto Roma: chiudere la città era più semplice, lo dico da ex sindaco, ma così non si risolvono i problemi. Le Fs hanno voluto far partire tutti i treni e questo è stato un errore, ma comunque le Fs italiane sono tra le più efficienti d'Europa».

Italo ha cancellato 12 collegamenti. Molto basse le temperature anche se nelle prossime ore si prevede un consistente rialzo: il termometro ha fatto registrare -30 a Livigno, e temperature molto basse anche nel Veneto. A Venezia disagi nella circolazione nei collegamenti dei bus urbani verso la terraferma con ritardi di circa un'ora. A Bologna è aperto l'aeroporto Marconi anche se sono stati annunciati possibili disagi e cancellazioni per le condizioni meteo. Forti nevicate in Valle d'Aosta, soprattutto nella zona del Monte Bianco e del Gran San Bernardo, ai confini con la Francia e le Svizzera. L'Ufficio regionale neve e valanghe registra tra i 25 e i 40 centimetri di neve, a 2 mila metri di quota. Chiuso ai tir il Traforo del Gran San Bernardo, il traffico è deviato attraverso il Monte Bianco.

SCUOLE CHIUSE, DOVE E QUANDO. Giovedì 1 marzo le scuole sono rimaste chiuse a Mantova e Rovigo. Mentre nella giornata di venerdì 2 marzo l'attività didattica sarà sospesa in tutte le scuole di ogni ordine e grado e in tutti i servizi educativi pubblici e privati della città di Bologna. Stesso provvedimento anche a Verona e in numerosi comuni della provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso