Cocaina
7 Marzo Mar 2018 1654 07 marzo 2018

Cocaina nella Roma bene, arrestata una nipote di Mogherini

Gaia Mogherini, figlia del fratellastro dell'Alto rappresentante Ue per gli Affari esteri, è ai domiciliari per cessione e acquisto di stupefacenti.

  • ...

Un'operazione della procura di Roma ha portato all'arresto di 21 persone accusate di spacciare droga nei salotti della Roma bene, tra i Parioli e i locali notturni di via Veneto.

CHI È GAIA MOGHERINI. Coinvolta anche Gaia Mogherini, figlia del fratellastro di Federica Mogherini, Alto rappresentante Ue per gli Affari esteri. La donna, 28 anni, è ai domiciliari per cessione e acquisto di sostanze stupefacenti. Era già stata arrestata a ottobre del 2016, per una vicenda simile.

COCAINA PURA AL 97%. Secondo gli inquirenti, lo spaccio di cocaina avveniva nel quartiere dei Parioli e in particolare all'interno di due locali notturni, il "Jackie O" e il "Notorius". L'attività illecita avveniva quotidianamente e la cocaina venduta era pura al 97%, il che la rendeva particolarmente "appetibile" sul mercato.

UNA FILIERA DI SPACCIATORI. L'inchiesta ha portato alla luce una vera e propria filiera di spacciatori, che dai locali di via Veneto ha portato fino ai quartieri periferici della Capitale (La Rustica, Alessandrino, Casilino e Montespaccato), dove i pusher si rifornivano della cocaina da spacciare nella zona bene.

LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE. Il ruolo di Gaia Mogherini emerge soprattutto dalle intercettazioni telefoniche. Ad aprile del 2016 un cliente la chiama e le chiede la cocaina. La ragazza risponde: «Stiamo venendo», confermando quanto detto poco prima, sempre alla stessa persona, suo compagno Roberto Nicoletti. Dopo l’incontro il cliente scrive a Nicoletti: «Sono stato bene oggi». E Nicoletti risponde: «Con me starai sempre bene». In un'altra occasione la stessa Mogherini chiama una certa Kelly, la quale, dopo averla ringraziata per la dose del giorno precedente, le chiede se per caso ci fosse dell'altra droga disponibile anche per «oggi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso