Anonymous 150211145153
8 Marzo Mar 2018 1852 08 marzo 2018

Anonymous hackera il Miur: rubati 26 mila dati di prof e dirigenti

L’azione rivendicata dall'account Lulzsec per protesta contro l’alternanza scuola-lavoro e la ministra Fedeli. Online email e password di accesso di docenti e personale universitario.

  • ...

«Salve popolo, siamo qui oggi per comunicarvi con grande gioia, che circa 26.600 dati personali (email, password, cellulari, indirizzi) di maestre, insegnanti, referenti e dirigenti di molte scuole italiane sono entrate in nostro possesso!». È il tweet postato, con data 7 marzo, dall'account LulzSecIta (uno degli account utilizzati dagli attivisti di Anonymous).

Allegato un link in cui gli hacker, rivolgendosi direttamente alla ministra Valeria Fedeli, spiegano che l'obiettivo della loro azione è l'alternanza scuola-lavoro. «Siete solo aguzzini che», scrivono, «sfruttano l'esperienza nulla che hanno i giovani d'oggi approfittandovene per il vostro tornaconto personale. Se prima la scuola non funzionava per le infrastrutture inadeguate o fatiscenti, gli insegnanti ignoranti e negligenti (ancora presenti in abbondanza), e per tutta la farsa di studiare materie improntate non alla logica ma al puro nozionismo, ora funziona ancor di meno. Ma tanto alla Sig.ra Fedeli & Company, cosa interessa? Lei e la sua ciurma a fine mese hanno sempre lo stipendio in banca (chissà per quanto), lasciando fare quella misera esperienza lavorativa agli studenti».

In un tweet precedente, datato 2 marzo, la stessa sigla provocatoriamente chiedeva «abbiamo avuto problemi @MiurSocial?» e sotto tutti i link per aprire i documenti, con gli indirizzi mail degli insegnanti. Conferma dell'attacco informatico, risalente a una decina di giorni fa, arriva dagli inquirenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso