Fecebook: affonda a Wall Street, -5,20%
Cambridge Analytica
Facebook Cambridge Analytica Profili Rubati Cose Sapere
6 Aprile Apr 2018 1506 06 aprile 2018

Facebook, l'Antitrust apre un'istruttoria

Dopo lo scandalo Cambridge Analytica, l'organismo guidato da Giovanni Pitruzzella ha deciso di accendere i fari sul social network per presunte pratiche commerciali scorrette.

  • ...

Anche l'Antitrust italiana ha aperto un'istruttoria su Facebook dopo lo scandalo Cambridge Analytica. L'organismo guidato da Giovanni Pitruzzella, infatti, ha deciso di accendere i fari sul social network «per informazioni ingannevoli su raccolta e uso dei dati».

PRESUNTE PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE. Si tratta dunque, come ha spiegato lo stesso Pitruzzella, «di un procedimento per pratiche commerciali scorrette, che riguarda il messaggio ingannevole che viene dato al consumatore. Quando ci iscriviamo a Facebook sulla home page troviamo un messaggio che dice che il servizio è gratuito e lo sarà sempre. Ma il consumatore non è messo in grado di sapere che al contrario cede dei dati, per i quali ci sarà un uso commerciale, come dimostrano anche le recenti vicende».

I DIVERSI PROFILI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE. I profili da prendere in considerazione, secondo Pitruzzella, sono tanti e differenti fra di loro: «Uno riguarda la tutela della privacy, per cui il regolatore di settore sta intervenendo a livello nazionale ed europeo. Un altro riguarda la messa a punto di nuove regole adeguate ai tempi, cui sta pensando l'Agcom. E poi c'è un profilo di tutela del consumatore. Noi siamo stati chiamati a intervenire dalle associazioni e riteniamo che i messaggi debbano essere chiari, precisi e non ingannevoli su cosa le piattaforme come Facebook fanno della nostra identità digitale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso