Tiziano Renzi
GIUSTIZIA
11 Maggio Mag 2018 1303 11 maggio 2018

Fatture false, chiesto il processo per i genitori di Renzi

Tiziano Renzi e Laura Bovoli sono accusati di emissione di fatture false. Chiesto il rinvio a giudizio anche per l'imprenditore Luigi Dagostino.

  • ...

La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio per Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell'ex premier Matteo Renzi, accusati di emissione di fatture false da parte di due delle loro azienda: la Party e la Eventi 6 Srl. Chiesto il processo anche per l'imprenditore pugliese Luigi Dagostino, attivo nel businees degli outlet di lusso, che deve rispondere delle stesse accuse e anche di truffa.

DUE FATTURE AL CENTRO DELL'INCHIESTA. Al centro dell'inchiesta ci sono due fatture, una da 130 mila e l'altra da 10 mila euro. Secondo l'accusa i genitori di Renzi si sarebbero accordati con Dagostino per emettere la fattura più rilevante, relativa a uno studio di fattibilità che però non sarebbe «mai stato effettuato».

LE CONTESTAZIONI DELLA PROCURA. Sulla carta i soldi sarebbero stati pagati da Dagostino per studi di fattibilità e altri servizi legati all’apertura degli outlet, ma la procura contesta che le fatture in realtà mascherassero operazioni inesistenti e siano state emesse solo per consentire all’imprenditore di pagare meno tasse.

IL LEGALE: «DIMOSTREREMO LORO CORRETTEZZA». L'avvocato Federico Bagattini, difensore di Tiziano Renzi e Laura ha spiegato che «la notizia della richiesta di rinvio a giudizio diffusa dalla stampa e di cui la difesa non ha conferma ufficiale è ampiamente compatibile con la nostra richiesta di andare a processo formulata qualche tempo fa. Siamo certi di poter dimostrare in sede processuale l'assoluta correttezza dei comportamenti tenuti dai Signori Renzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso