Collaboratore Parnasi a pm, dati soldi
Cronaca
21 Giugno Giu 2018 1609 21 giugno 2018

Inchiesta stadio Roma: Luca Parnasi si dimette da Eurnova

Il costruttore si trova in carcere a Milano. Ora ha scelto di rinunciare a tutte le cariche della sua società.

  • ...

Luca Parnasi si è dimesso da presidente della holding Eurnova, la società fondata dal padre Sandro. Il costruttore è stato arrestato a seguito dell'inchiesta sul nuovo stadio della Roma e ha scelto di lasciare tutte le cariche. In giornata verrà trasferito a Roma dal carcere di San Vittore, dove è detenuto dal 13 giugno.

NUOVE INTERCETTAZIONI: «DAGLI UNA CONSULENZA DA 30 MILA EURO». Nell'ultima informativa dei carabinieri allegata agli atti dell'inchiesta viene riportata un'intercettazione in cui Luca Parnasi chiede all'amministratore delegato di Banca Carige Paolo Fiorentino di trovare un incarico per Luca Lanzalone, ex presidente Acea: «Tu fagli fare qualcosa anche a Lanzalone, dagli 50...30.000 euro di consulenza...fagli fare una cazzata! Costruiamo questo rapporto tondo! Così quando è il momento».

SCARCERATO IL BRACCIO DESTRO. Il gip Maria Paola Tomaselli ha scarcerato e posto ai domiciliari Luca Caporilli, braccio destro di Luca Parnasi. Anche lui è indagato nell'inchiesta sullo stadio della Roma ma ha già cominciato a collaborare con gli inquirenti, ammettendo scambi di denaro con un funzionario pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso