Ilaria Alpi Giornalista 140319154006
GIUSTIZIA
26 Giugno Giu 2018 1829 26 giugno 2018

Ilaria Alpi, stop all'archiviazione: disposte nuove indagini

Il Gip concede altri 180 giorni per proseguire accertamenti.

  • ...

Il gip di Roma ha disposto nuove indagini in relazione all'omicidio della giornalista Ilaria Alpi e del cameraman Miran Hrovatin, uccisi il 20 marzo 1994 a Mogadiscio. Il giudice, respingendo la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura della Capitale, ha concesso altri 180 giorni per la prosecuzione degli accertamenti. A determinare la scleta del gip anche la trascrizione di una intercettazione tra due cittadini somali, presente nelle carte di una inchiesta della procura di Firenze, e inviata a piazzale Clodio nell'aprile scorso, proprio alla vigilia dell'udienza davanti al giudice.

ULTERIORI ACCERTAMENTI CHIESTI DAL GIP. Nelle motivazioni con cui dispone ulteriori accertamenti, il giudice Andrea Fanelli chiede alla procura di ascoltare i protagonisti di quella intercettazione e in particolare di ascoltare Abdi Badre Hayle «al fine di accertare da chi è partito l'ordine di versare la somma di 40 mila dollari all'avvocato Duale e come egli facesse a sapere che era 'per la questione Hashi'». Il giudice, inoltre, chiede ai pm di ascoltare «Mohamed Geddi Bashir al fine di accertare da chi ha ricevuto l'informazione», spiega il documento del gip, «che Hashi Omar Hassan era stato ingiustamente condannato per l'omicidio di Ilaria Alpi e che quest'ultima era stata invece uccisa da militari italiani». Il giudice ha chiesto anche di ascoltare l'avvocato Douglas Duale per accertare se effettivamente «gli sia stato corrisposto del denaro dal governo somalo o da altri soggetti per la difesa di Hashi Omar Hassan».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso