Scuola: al via da oggi esami terza media
Cronaca
5 Luglio Lug 2018 1911 05 luglio 2018

Al Sud la prova Invalsi 2018 è andata male

Alle scuole medie il Meridione precipita in italiano e matematica: sotto gli obiettivi nazionali il 50% degli studenti. Bene gli stranieri per l'inglese. 

  • ...

Secondo i risultati delle prove Invalsi di quest'anno (leggi di cosa si tratta), la scuola non è in grado di garantire in Sud Italia una formazione adeguata a oltre la metà degli studenti soprattutto in italiano e in matematica. I risultati dei testi, i più partecipati dal 2011, restituiscono un'Italia divisa in due: alle scuole medie il divario tra Meridione e resto del Paese aumenta tanto che in Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna oltre il 50%, con punte fino al 60-65%, della popolazione scolastica è al di sotto degli standard nazionali.

I numeri delle prove Invalsi in sintesi

In sintesi: gli studenti del Nord sono più bravi di quelli del Sud sia in italiano che in matematica. Gli stranieri si piazzano come o meglio degli italiani nell'inglese. La dotazione informatica nelle scuole è omogenea geograficamente. Le prove Invalsi 2018 hanno coinvolto oltre 1.100.000 allievi della scuola primaria (classe II e classe V), circa 570.000 studenti della scuola secondaria di primo grado (classe III) e circa 550.000 studenti della scuola secondaria di secondo grado (classe II).

Scuola primaria

I livelli medi di risultato al termine della II primaria sono pressoché uguali in tutto il Paese, ma per alcune regioni del Mezzogiorno (Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna) si osserva una maggiore frequenza di allievi con risultati molto bassi. Già a partire dal secondo anno nel Mezzogiorno si fatica maggiormente a garantire uguali opportunità a tutti. La differenza dei risultati tra le scuole e tra le classi nel Sud del Paese è molto più accentuata che al Centronord. Questo indica una tendenza maggiore a formare classi in cui si concentrano allievi più bravi e più avvantaggiati e classi con allievi con livelli di apprendimento meno soddisfacenti o più svantaggiati.

Scuole medie

A livello nazionale gli studenti che ottengono risultati adeguati o più elevati sono: italiano 65,6%, matematica 59,9%, inglese-reading (A2) 73,9%, inglese-listening (A2) 56,1%. Le differenze regionali diventano molto importanti e alcune regioni del Mezzogiorno (in particolare Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna) vedono oltre il 50%, con punte anche del 60-65%, della popolazione scolastica al di sotto dei traguardi stabiliti dalle Indicazioni nazionali.

Studenti stranieri

In tutti i gradi scolari gli alunni stranieri ottengono in Italiano e in Matematica punteggi nettamente inferiori a quelli degli alunni italiani. La sola materia dove gli alunni stranieri conseguono risultati simili a quelli dei loro compagni italiani è l'inglese: anzi, in varie regioni, gli stranieri, in particolare di seconda generazione e nella prova di ascolto (listening), fanno meglio degli italiani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso