Dell'utri Esce Da Rebibbia
7 Luglio Lug 2018 1646 07 luglio 2018

Dell'Utri esce da Rebibbia

Accolta la richiesta dei legali  per i domiciliari. Il provvedimento legato ai problemi di salute del politico che stava scontando una pena a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.

  • ...

Visibilmente dimagrito, con un camicione verde su cui sono infilati di traverso gli occhiali da sole, scarpe da ginnastica e una busta in mano.

Marcello Dell'Utri è uscito dal carcere di Rebibbia riabbracciando i parenti, per poi dirigersi verso l'abitazione del figlio, nella Capitale, dove sconterà i domiciliari a seguito della decisione del tribunale di sorveglianza di Roma, che ha disposto ieri per lui il differimento della pena per gravi motivi di salute.

La detenzione domiciliare nell'abitazione del figlio a Roma è prevista fino al 28 settembre, data in cui è stata fissata l'udienza per discutere la perizia sullo stato di salute del condannato. All'ex parlamentare, cardiopatico e diabetico, è stato diagnosticato nel luglio scorso un tumore alla prostata.

7 ANNI PER CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA

L'ex esponente di Forza Italia era detenuto nel carcere romano di Rebibbia dove stava scontando una pena a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.

Accusato di rapporti con i clan fino al 1992, Dell'Utri è stato condannato in via definitiva nel 2014. Dopo il verdetto è fuggito in Libano. Una latitanza-lampo finita con l'arresto a Beirut. A febbraio il tribunale di sorveglianza aveva detto no alla scarcerazione motivando la decisione con la possibilità di fuga del politico. Dopo quella pronuncia, Dell'Utri era stato nuovamente condannato per la trattativa Stato-Mafia: al politico sono stati inflitti 12 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso