Amazon Italia Parla Mariamagela Marseglia
9 Luglio Lug 2018 1000 09 luglio 2018

Amazon assume ma «pochi gli italiani che hanno competenze»

Parla Marianagela Marseglia, la country manager del gigante dell'e-commerce: 1.700 nuovi posti di lavoro e 800 milioni di euro di investimenti in un anno nel nostro Paese.

  • ...

Amazon è pronta a creare 1.700 posti di lavoro a tempo indeterminato in Italia entro la fine del 2018, superando i 5.200 dipendenti, dai 3.500 di fine 2017. È quanto ha rivelato la country manager per l'Italia e la Spagna Mariangela Marseglia nella sua prima intervista a La Stampa.

MARSEGLIA: «GLI ITALIANI CON COMPETENZE SONO BRAVI, MA POCHI»

Giovane, dichiaratamente gay e con un passato a Seattle a fronte di un investimento previsto di 800 milioni di euro in un anno, la Marseglia ha lamentato una generale assenza di competenza sul mercato del lavoro italiano: «Gli italiani che hanno competenze sono molto bravi, ma sono pochi. C’è un gap enorme tra richiesta e offerta».

AMAZON VUOLE REGOLARIZZARE GLI INTERINALI

Poi ha difeso le posizioni contrattuali dei lavoratori: «In media una persona che lavora in un nostro magazzino guadagna 1400-1500 euro al mese, e ha una serie di vantaggi dall’assicurazione medica privata agli sconti». La volontà è quella di regolarizzare gli interinali. «Le conversioni sono state 500 nel 2016, 270 nel 2017, 115 nel 2018, e continueranno». Infine un passaggio sulla polemica sui braccialetti elettronici: «È stata l’apoteosi del misunderstanding, siamo rimasti allibiti».

Amazon, con lo scanner palmare il controllo sui lavoratori c'è già

Il punto su cui riflettere allora diventa proprio questo "scanner palmare". A quanto racconta una persona che ha avuto accesso ai magazzini di Amazon Italia, le mani dei dipendenti sono già libere. Quello che l'azienda chiama "scanner palmare" non sarebbe altro che una specie di smartphone posizionato sull'avambraccio del lavoratore tramite una polsiera che trasmette informazione a un sistema centrale grazie al bluetooth.

Molti dei nuovi ruoli previsti sono disponibili nei nuovi centri di distribuzione aperti nell'autunno 2017 a Passo Corese (Rieti) e a Vercelli così come nel centro di distribuzione a Castel San Giovanni (Piacenza), nel customer service di Cagliari, nel centro di sviluppo di Torino e nella nuova sede direzionale a Milano che vedrà salire ad oltre 600 i dipendenti entro la fine dell'anno.

LE POSIZIONI LAVORATIVE APERTE

Dal 2010 Amazon ha investito oltre 1,6 miliardi di euro in Italia. Il centro di sviluppo Amazon di Torino è operativo e sono in corso le selezioni per l'assunzione di ricercatori nell'ambito del riconoscimento vocale e della comprensione del linguaggio naturale. Dopo l'apertura di due nuovi centri di distribuzione e di cinque depositi di smistamento in tutta Italia nel 2017, Amazon ha aperto nel 2018 tre nuovi depositi di smistamento - a Buccinasco (Milano), Burago (Monza e Brianza) e Roma - e ha in programma di aprire un nuovo centro di smistamento a Casirate (Bergamo). L'azienda sta assumendo anche ruoli altamente qualificati per il Tech Center di Vercelli focalizzati sul l'implementazione di processi tecnologici dei nostri centri di distribuzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso