Carige, aumento sottoscritto al 71%
Cronaca
10 Agosto Ago 2018 1024 10 agosto 2018

In Banca Carige è rivolta dei piccoli azionisti

Esposto alla procura di Genova per chiedere di fare chiarezza sulla governance dell'istituto. Intanto l'ex presidente Berneschi viene prescritto e recupera 4 milioni di euro.

  • ...

I piccoli azionisti di Banca Carige sono sul piede di guerra e con un esposto alla procura di Genova hanno chiesto di fare chiarezza su quanto sta accadendo nella governance dell'istituto, dopo la raffica di dimissioni che ha portato all'uscita di sei consiglieri di amministrazione. La procura aveva già aperto un fascicolo con l'ipotesi di abuso di mercato (leggi anche: Cosa c'è dietro le dimissioni di Queirolo dal cda di Carige).

VERSO L'ASSEMBLEA DEL 20 SETTEMBRE

Spiega l'associazione dei piccoli azionisti: «Abbiamo voluto portare all'attenzione della procura alcuni dei passaggi più significativi dall'ultimo aumento di capitale ad oggi, inseriti all'interno del piano industriale che avrebbe dovuto sanare il deficit patrimoniale e rilanciare la banca sotto un profilo reddituale e commerciale di cui i piccoli azionisti sono stati ancora una volta tra i maggiori sostenitori». L'obiettivo è arrivare all'appuntamento con l'assemblea del prossimo 20 settembre, chiamata a rinnovare il cda, «con un quadro più chiaro, sapendo se ci sono stati illeciti o abusi». Il percorso verso l'assemblea è appena iniziato, a fine agosto saranno presentate dai grandi azionisti le liste dei candidati al consiglio, ma le ostilità sono iniziate da tempo.

SEMESTRE CHIUSO IN ROSSO PER 20 MILIONI DI EURO

La rivolta dei piccoli azionisti arriva dopo le dimissioni di Ilaria Queirolo, Lucia Venuti, del presidente Giuseppe Tesauro, del vice Vittorio Malacalza, dei consiglieri Stefano Lunardi e Francesca Balzani. E dopo il declassamento deciso da Moody's, che ha abbassato il rating della banca. Il tutto a fronte di un primo semestre chiuso in rosso per 20 milioni, in miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2017, ma dopo un primo trimestre che aveva fatto riassaggiare il sapore dell'utile agli azionisti.

PRESCRIZIONE PER L'EX PRESIDENTE BERNESCHI

Nel bel mezzo di questo marasma, c'è anche una "buona" notizia per Giovanni Berneschi, ex presidente di Carige ed ex numero due dell'Associazione bancaria nazionale. La guardia di finanza gli ha restituito 4 milioni di euro, dopo il proscioglimento per prescrizione nell'ambito dell'inchiesta sul Centro fiduciario, il ramo dell'istituto di credito che si occupa delle operazioni riservate. Secondo le Fiamme Gialle, Berneschi fece rientrare dalla Svizzera, senza segnalarlo all'Italia, 13 milioni di euro. E per i giudici avrebbe anche dato consigli agli amici su come frodare il Fisco. Ma la prescrizione ha posto fine al processo. Nell'ambito di un altro procedimento, tuttavia, quello per la maxi truffa ai danni del ramo assicurativo Carige Vita Nuova, lo scorso luglio Berneschi è stato condannato in Appello a otto anni e otto mesi di carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso