Neonato Morto Brescia Batterio
11 Agosto Ago 2018 1455 11 agosto 2018

Neonato muore in ospedale a Brescia per un batterio

Il bimbo deceduto era ricoverato agli Spedali Civili con il gemellino che ha contratto a sua volta l'infezione. Il focolaio avrebbe colpito in totale 10 piccoli pazienti.

  • ...

Un neonato è morto agli Spedali Civili di Brescia a causa del batterio serratia marcescens. Il bimbo, nato prematuro, era ricoverato insieme al fratello gemello che pure avrebbe contratto l'infezione. Il decesso è avvenuto martedì 8 agosto, ma la notizia si è diffusa soltanto sabato 11. La procura di Brescia ha aperto un'inchiesta e ha disposto l'autopsia sul corpo della piccola vittima, mentre i carabinieri del Nas hanno acquisito tutta la documentazione medica (leggi anche: Quale infezione provoca il batterio serratia marcescens).

IN TOTALE 10 CASI DI INFEZIONE

Sia il gemello del neonato deceduto, come detto, sia altri bambini presenti nello stesso reparto di Terapia intensiva neonatale sono stati contagiati, ma stanno reagendo alle cure antibiotiche. Il polo ospedaliero bresciano ha fatto sapere che nel reparto interessato «si è sviluppato un focolaio epidemico di infezione/colonizzazione da serratia marcescens, caratterizzato da tre casi di sepsi neonatale, un'infezione delle vie urinarie e sei casi di colonizzazione». I piccoli colpiti, in tutto, sono quindi dieci. Il 20 luglio è stata identificata una condizione di malattia da serratia marcescens in due neonati e a un terzo sono stati riscontrati segni clinici di congiuntivite. I primi due casi diagnosticati, ha spiegato l'ospedale, sono andati progressivamente migliorando e sono in via di risoluzione. Mentre il terzo paziente «ha sviluppato segni clinici da choc settico e un quadro clinico che è progressivamente peggiorato». Nonostante la terapia antibiotica a largo spettro e tutte le cure intensive prestate, ha cessato di vivere. Attualemente, dei 10 neonati colpiti, sei sono ancora degenti.

DUE CASI IN PASSATO IN LOMBARDIA

In passato casi di infezione dello stesso batterio si sono registrati anche in altri due ospedali lombardi: a Como nel 2014 e a Mantova nel 2012. Il serratia marcescens è un importante agente patogeno, fonte frequente di focolai di infezioni ospedaliere sia negli adulti, sia nei bambini. Si tratta della la settima causa più comune di polmonite, con un'incidenza in Europa del 3,2%. Colpisce prevalentemente i neonati prematuri con un sistema immunitario deficitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso