5552 Etilometro Medium
Cronaca
29 Agosto Ago 2018 2121 29 agosto 2018

Il M5s ha chiesto di verificare l'idoneità degli etilometri

Presentata un'interrogazione parlamentare da due senatori pentastellati. A loro dire alcuni apparecchi presenterebbero delle anomalie.

  • ...

Verificare l'idoneità degli etilometri per l'accertamento dello stato di ebbrezza di chi si mette alla guida. Lo hanno chiesto i senatori pentastellati Agostino Santillo e Sabrina Ricciardi, che hanno presentato un'interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, parlando di «anomalie» di alcuni di questi apparecchi e mettendone in dubbio la loro attendibilità. Scientificamente a inficiare il risultato degli etilometri, hanno scritto i due parlamentari nell'interrogazione, «sono riconosciuti elementi quali presenza di sostanze volatili nel cavo orale (come i collutori), il reflusso gastro-esofageo e l' insufficiente collaborazione da parte di chi soffia».

PER LEGGE CONTA LA CONCENTRAZIONE NEL SANGUE

Ma il principale elemento di potenziale inattendibilità, hanno sottolineato, «è che l'apparecchio misura la concentrazione di alcol nell'aria espirata, mentre per legge conta quella nel sangue. Quest'ultima è ottenuta dall'etilometro, applicando un fattore di conversione fisso determinato su una media di persone. Chi è fuori media potrebbe risultare in regola anche se è ebbro o punibile anche se ha nel sangue alcol nei limiti». Gli agenti, dunque, secondo Santillo e Ricciardi, dovrebbero sempre annotare i particolari utili al giudice per valutare l'accaduto, indipendentemente dal risultato del test. «Agli agenti» - hanno concluso - «è richiesta cautela anche perché le potenziali contestazioni sull'attendibilità degli etilometri riguardano pure la verifica della regolarità degli apparecchi, che compete a loro e può farli finire indagati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso