Crollo Ponte Morandi Genova
Crollo del ponte Morandi
Mutui Morandi Genova
Cronaca
30 Agosto Ago 2018 1930 30 agosto 2018

Autostrade per l'Italia paga i mutui per Ponte Morandi

Al via i rimborsi per chi risiedeva a Genova sotto il viadotto, nella zona Rossa. Intanto si muovono per dare una casa a chi l'ha persa anche la Regione e Cassa depositi e prestiti.

  • ...

Autostrade per l'Italia ha iniziato a pagare i rimborsi delle rate dei mutui per i genovesi residenti nella Zona rossa, sotto il ponte Morandi crollato il 14 agosto (qui gli aggiornamenti sulla ricostruzione). È partita quindi la seconda fase dopo i contributi versati per le primissime necessità alle famiglie costrette a lasciare la propria abitazione per il crollo del viadotto sul Polcevera e i primi interventi a favore di commercianti, artigiani e imprenditori. La notizia è stata riportata dalla società che ha precisato come siano al momento trenta le famiglie che hanno fatto richiesta tramite i Punti di contatto. Il rimborso delle rate dei mutui da parte di Autostrade per l'Italia - precisa la nota - avviene in media nel giro di 24 ore dalla richiesta, come per i contributi versati alle famiglie di chi ha dovuto lasciare la propria casa, e viene effettuato dalla società con accredito sul conto corrente bancario o tramite assegno. I due Punti di contatto allestiti dalla società sono presso il Centro Sociale Buranello e la scuola Caffaro.

SI MUOVONO ANCHE REGIONE E CASSA DEPOSITI E PRESTITI

Intanto sul fronte degli aiuti economici per famiglie e imprese si stanno muovendo anche Cdp e Regione Liguria che hanno attivato quattro distinti tavoli che si occuperanno, rispettivamente, di finanziamenti a enti pubblici, interventi a favore di imprese e famiglie; immobiliare e infrastrutture. Quest'ultimo tavolo coinvolge anche i rappresentanti di altre importanti società quali: Terna, Snam, Fs, Ansaldo Energia e Fincantieri. I tavoli che avranno impatto immediato sono quelli per la sospensione del pagamento dei mutui a Regione e Comune, nonchè quello per la sistemazione immobiliare delle famiglie rimaste senza casa. Gli altri due tavoli - infrastrutture e aiuti a famiglie/imprese - invece, servono a programmare gli interventi per il prossimo futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso