Ponte Morandi Crollo Ricostruzione
Cronaca
2 Ottobre Ott 2018 1305 02 ottobre 2018

Stanziati i primi 19 milioni per il ponte Morandi

L'annuncio da parte del governatore ligure Giovanni Totti nel giorno in cui ha ufficialmente preso il via il soprallugo.

  • ...

Il dipartimento nazionale di Protezione civile della presidenza del Consiglio ha stanziato i primi 19 milioni di euro sui 33,4 previsti per coprire le spese d'emergenza a seguito del crollo del ponte Morandi. Lo ha riferito il presidente della Regione Liguria e commissario per l'emergenza Giovanni Toti in Consiglio regionale. Toti ha spiegato che le risorse già stanziate o in arrivo per l'emergenza post crollo andranno per 3 milioni e 23 mila euro circa a interventi di soccorso di prima assistenza alla popolazione. Poi ci sono 12 milioni di euro per le infrastrutture viarie del Comune tra cui la nuova 'via della Superba', 6 milioni e 700 mila per il trasporto pubblico. Ma anche 5 milioni e 700 mila per il servizio sanitario regionale.

DUE MILIONI PER GLI ALLOGGI DEGLI SFOLLATI

Gli altri saranno così ripartiti: 2 milioni per gli alloggi pubblici per gli sfollati, un milione e mezzo per gli sfollati che hanno scelto un'autonoma sistemazione, 500 mila euro per le spese funerarie dei familiari delle vittime, 150 mila per le spese sostenute dal volontariato, 150 mila per la manutenzione straordinaria e la viabilità urbana, 800 mila per la gestione dei rifiuti, 250 mila per le spese del presidio dei vigili del fuoco, 20 mila per il rimborso delle spese della Commissione di esperti, 600 mila per l'esercito italiano (attività antisciacallaggio), 50 mila per il personale della Protezione civile nazionale.

INIZIATO IL SOPRALLUOGO DEI REPERTI

Intanto, è iniziato il sopralluogo dei consulenti e periti degli indagati e delle parti civili nell'hangar dove sono custoditi i reperti del ponte Morandi, crollato lo scorso 14 agosto provocando la morte di 43 persone. «Le operazioni di oggi», ha spiegato Luigi Gambarotta, consulente dell'indagato Antonio Brencich, «ci serviranno a cristallizzare lo stato dei monconi e dei resti già catalogati dagli investigatori. Poi si vedrà». Questo è il primo atto dell'incidente probatorio che si concluderà tra due mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso