Infermiere Killer
Cronaca
30 Ottobre Ott 2018 1453 30 ottobre 2018

Infermiere killer confessa 100 omicidi in Germania

Tra il 2000 e il 2005 ha ucciso decine di persone «per noia». Avrebbe somministrato sostanze in grado di provocare arresti cardiovascolari ai ricoverati. Il suo intento era quello di rianimarli e passare come un eroe.

  • ...

L'infermiere killer Niels Hoegel ha ammesso di aver ucciso 100 pazienti nel processo a suo carico iniziato il 30 ottobre a Oldenburg, nel Nord della Germania. «Le accuse sono vere», ha risposto il 41enne al giudice Sebastian Buehrmann, il presidente della Corte. Secondo quanto imputatogli, l'infermiere ha iniettato ai pazienti ricoverati nelle due cliniche in cui lavorava farmaci che provocano l'arresto del sistema cardiovascolare per poi tentare di rianimarli e presentarsi come un eroe.

GLI OMICIDI AVVENUTI TRA IL 2000 E IL 2005

Per la Procura, avrebbe agito per noia e allo scopo di mettersi in luce fra i suoi colleghi. Le sue vittime avevano fra i 34 e i 96 anni, e gli omicidi sono avvenuti fra il 2000 e il 2005. Il processo è iniziato con un minuto di silenzio dedicato alle vittime. E sono 120 le persone che si sono costituite parte civile, per sapere cosa sia accaduto ai loto parenti. Hoegel ha ammesso i delitti, almeno quelli di cui ha affermato di ricordare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso