Previsioni Meteo 19Novembre Allerta Arancione Sardegna
Cronaca
19 Novembre Nov 2018 1057 19 novembre 2018

Le previsioni meteo per lunedì 19 novembre 2018

In serata piogge su tutta l'Italia e neve al Nord-Ovest. Allerta arancione in Sardegna e Lazio: in arrivo sul Tirreno una nuova perturbazione atlantica. Tre alpinisti bloccati in Friuli-Venezia Giulia.

  • ...

Una nuova ondata di maltempo, causata da un vortice mediterraneo, è attesa in Italia per la settimana iniziata lunedì 19 novembre. Pioggia e vento che batteranno soprattutto il Centro-Sud, mentre al nord arriva la neve. La Protezione civile ha emesso un'allerta arancione che riguarda sette regioni: il Lazio, parte dell'Abruzzo, Molise, Campania, Calabria, Basilicata e bacini centro-meridionali e sud-occidentali della Sicilia. Ecco tutti gli aggiornamenti sulle previsioni meteo.

NUVOLE SU TUTTA ITALIA

Lunedì nuvole su tutta Italia, con poche temporanee schiarite sul versante occidentale della Penisola. Piogge sparse su estremo Nord-Ovest (con neve oltre 400-500 metri), Bassa Toscana, Lazio, Abruzzo, Molise, Gargano, Campania, Basilicata, Calabria e Isole. Sul Nord-Ovest neve dai 600-700 metri. Temperature in calo, massime tra 4 e 8 gradi. Al Centro temperature stabili, massime tra 8 e 11 gradi. Al Sud temperature in aumento, massime tra 15 e 19 gradi. In serata, tuttavia, le piogge si estenderanno praticamente a tutta l’Italia e saranno anche di forte intensità in Campania, Lazio e Sardegna, accompagnate da nevicate fino a quote molto basse sulle zone alpine e sul Piemonte occidentale.

TIMORI PER L'ONDATA DI MALTEMPO IN SARDEGNA

Con l'ultimo bollettino diramato dalla Protezione civile della Sardegna il livello di criticità è passato da ordinario (giallo) a moderato (arancione). Il rischio idrogeologico, dovuto a precipitazioni anche a carattere temporalesco, è partito dalle prime ore di lunedì 19 e durerà fino alla mezzanotte. In particolare le zone interessate da questa nuova allerta sono l'Iglesiente, il Campidano, Montevecchio-Pischilappiu, il Tirso, la Gallura e il Logudoro. Contestualmente è stata prorogata l'allerta gialla, sempre fino alla mezzanotte di lunedì, nel territorio del Flumendosa-Flumineddu, nella Sardegna Sud-Oorientale. Si prevedono venti forti di burrasca e temporali, in estensione dal pomeriggio su Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, specie sui settori occidentali.

SCUOLE CHIUSE IN PARTE DELLA CAMPANIA

Avviso di avverse condizioni meteo anche per gran parte della Campania, con diversi livelli di rischio idrogeologico, per temporali, vento e mare. In particolare, sulle zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini),5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana Sale e Alto Cilento) si prevedono «precipitazioni diffuse a carattere di rovescio e temporale, puntualmente di forte intensità. Vento localmente forte dai quadranti meridionali con raffiche nei temporali. Mare localmente agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte». Un quadro tale da individuare un rischio idrogeologico diffuso con possibili effetti al suolo come, tra l'altro «possibili cadute massi, frane superficiali e colate rapide di fango, allagamenti, fenomeni di inondazione, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua». Nel resto della Campania si verificheranno comunque condizioni di maltempo tali da determinare un rischio idrogeologico localizzato e quindi un livello di allerta di colore Giallo. Il vento sarà localmente forte in tutto il territorio regionale. La Protezione civile raccomanda agli enti competenti di prestare attenzione alle comunicazioni ufficiali della Sala operativa regionale e di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi, anche in linea con i rispettivi piani comunali di protezione civile. Scuole chiuse il 20 novembre a Torre del Greco (Napoli) dopo l'allerta della protezione civile.

TRE ALPINISTI DISPERSI IN PROVINCIA DI UDINE

Tre alpinisti veneti sono bloccati dal pomeriggio del 18 novembre sulla Cima Strugova, nelle Alpi Giulie Occidentali, nella zona di Tarvisio in provincia di Udine. I tecnici del soccorso alpino e speleologico della stazione di Cave del Predil stanno tentando di raggiungerli. L'intervento di soccorso è complicato dal maltempo. Domenica sulla zona ha iniziato a nevicare e la visibilità è ridotta dalle nubi basse. Le temperature sono scese attorno ai -10 gradi e il maltempo impedisce anche l'uso dell'elicottero. Una squadra di quattro persone sta cercando di avvicinarsi attraverso la Cresta delle Ponze, dal Rifugio Zacchi. Altri percorsi sono impraticabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso